Dom. Apr 18th, 2021

“Solito buonismo politico di facciata di un’amministrazione comunale oramai targata Pd”. Dura nota di FdI e FI 

Con un manifesto affisso nella giornata di oggi i partiti di centrodestra Fratelli d’Italia-An e Forza Italia rispondono all’Amministrazione Comunale che ha ridotto il dibattito definendo chi a sollevato osservazioni sul progetto Sprar “critici di professione e di bassa lega”. Abbiamo letto con piacere il comunicato stampa di questa compagine amministrativa, sempre più renziana per ovvi motivi.
Un comunicato denso di notizie già lette e rilette, pubblicate dai vari quotidiani locali e non.
Una nota stampa, il cui contenuto sa tanto, almeno per gli estensori, di una “lezione” civica, per giunta non richiesta, da dare a coloro i quali hanno “osato” e “osano” mettere in discussione il metodo adottato per proporre la candidatura prima e l’adesione allo SPRAR dopo.

Ma da “comunisti” o “similari” quali sono, da un lato invocano “…..Una questione di civiltà…. per la partita dell’accoglienza e dell’integrazione”, dall’altro ricorrono, al loro usuale linguaggio, lanciando offese nei confronti di chi, pur essendo fuori dal consiglio comunale, svolge un ruolo attivo e di vigilanza su atti e decisioni che tale compagine assume…….., altro che Civiltà!.
Ciò non esclude di ricordare ai nostri amministratori, che la firma del protocollo al sistema SPRAR, ha previsto l’adesione di 144 comuni, molto meno , comunque, di quanto previsto e sperato dal Ministro Minniti.

Quest’ultimo, che non nasconde la sua disperazione e si lamenta di fronte ai numeri impietosi che arrivano dai comuni, che si rifiutano di aderire allo SPRAR. Quel Ministro che non si nasconde nel ribadire:…. “l’accoglienza diffusa è un principio volontario, non c’è uno strumento impositivo sui Comuni e sarei perplesso se ci fosse. Abbiamo invece lavorato per creare una legislazione premiale per i Comuni che accolgono: nella passata legge di Stabilità c’erano 100 milioni di euro a disposizione, quest’anno con il decreto sul Mezzogiorno abbiamo raddoppiato la cifra”…..
Insomma, da una parte si finge di non aver in alcun modo imposto l’accoglienza ai sindaci, ma dall’altra si compiace delle ingenti somme economiche destinate per premiare quei comuni (pochi ovviamente quasi tutti a guida PD) che hanno aderito al progetto sopra citato.

Ci viene da pensare , allora, che molti dei sindaci, tra i quali il nostro primo cittadino, invece di promuovere, per tempo, la partecipazione dei cittadini al progetto SPRAR, per conoscerne la sua articolazione, i contenuti del protocollo e l’eventuale impatto che questo lo stesso può avere sui cittadini, hanno preferito subire “passivamente” i diktat di partito, nonché le “parole” dei vari rappresentanti dell’ANCI, oramai diventato braccio operativo del Pd e quindi del suo governo.
“Parole” , ben lontane dalla triste realtà delle problematiche legate all’immigrazione incontrollata e continua , nonché dei grossi interessi economici del mondo delle cooperative , che, probabilmente, il nostro sindaco ignora.

Basta leggere attentamente gli articoli pubblicati da molti giornali nazionali, quotidianamente , per comprendere che solo ad una minima parte degli sbarcati viene riconosciuto lo status di rifugiato,mentre per gli altri, i tempi d’attesa per riceverlo sono piuttosto lunghi. Da tutto ciò ne consegue che tra i “profughi” che dovranno giungere nel nostro paese, potrebbero arrivare soggetti non ancora in possesso dello status di cui sopra.

In ogni caso, tutto ciò, non ci stupisce, soprattutto se pensiamo,che in questa cittadina lasciata allo sbando, l’unica cosa a cui possono aggrapparsi i nostri amministratori , per tentare di far funzionare qualcosa, sia proprio l’accoglienza. Siamo convinti, comunque , che “il buonismo politico di facciata di questa amministrazione”, lo pagheranno come sempre i cittadini e gli unici che possono ringraziare di ciò che accadrà sono solo eventuali cooperative, coinvolte nel progetto.
In Conclusione, quanto riportato nella nota stampa, non può che rappresentare una grande dimostrazione di “onestà intellettuale e coerenza politica”, in puro stile (post) comunista, di cui l’attuale amministrazione è maestra.

Pertanto ci facciamo promotori per sentire le varie Associazioni presenti sul territorio ed eventualmente organizzare un incontro con l’Amministrazione sulla questione per ottenere maggiori informazioni sul progetto Sprar

I direttivi Fratelli d’Italia – An – Forza Italia Cittanova

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.