Viola: La maledizione continua, a Biella quinto ko in trasferta (82-80)

231

Ancora un ko esterno per i nero arancio che rimangono ancora a secco di vittorie lontani dalle mura amiche, al Biella Forum contro i padroni di casa dell’Eurotrend arriva la quinta sconfitta in trasferta (82-80) al termine di un match dai due volti. L’avvio di gara è da dimenticare, nei primi venti minuti di gioco i nero arancio concedono 46 punti ai padroni di casa senza riuscire a trovare continuità in fase realizzativa, Caroti e Roberts non incidono e con Ferguson e Wheatle Biella sembra essere in pieno controllo del match (+8). Dal rientro sul parquet è un’altra Viola, Calvani striglia i suoi negli spogliatoi e l’avvio è da sogno, parziale di 19-2 nel terzo quarto con i punti dei ritrovati Caroti (8) e Roberts (6) oltre al sontuoso contributo di Aj Pacher da 18 punti e 15 rimbalzi, parità a quota 59. Negli ultimi e decisivi dieci minuti di gioco Biella perde subito Tessitori e Pollone (fuori per falli), ma trova con Ferguson e Wheatle i punti decisivi per portare a casa la vittoria, i nero arancio non riescono nella disperata rimonta, la poca lucidità nel finale costa carissimo, il primo successo in trasferta è ancora una volta rimandato. La Viola rimane così ferma a quota 6 punti in classifica, ottima prestazione di Aj Pacher da 23 punti e 19 rimbalzi. Prossimo impegno domenica 19 novembre al Pala Calafiore contro l’Eurobasket Roma.

Recupero 9° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest

Eurotrend Biella – MetExtra Viola Reggio Calabria 82-80

Parziali: 29-22, 46-38, 59-59, 82-80

Arbitri: Caforio, Bramante e Maschietto

Eurotrend Biella: Bowers 17, Ferguson 23, Uglietti 4, Chiarastella, Tessitori 5, Wheatle 16, Rattalino 4, M. Pollone ne, L. Pollone 13, Ambrosetti ne, Sgobba,

Coach: Michele Carrea

MetExtra Viola Reggio Calabria: Fabi 17, Caroti 8, Passera 6, Rossato 6, Taflaj, Baldassarre 6, Pacher 23, Agbogan, Benvenuti 2, Roberts 12, Marino ne

Coach: Marco Calvani

Ritmi bassi in avvio, la tripla di Baldassarre ad aprire il match, i padroni di casa si affidano alle giocate di Tessitori, è lui a realizzare punti importanti, Bowers risponde al gioco da tre punti centrato da Aj Pacher, 6-6. I nero arancio iniziano ad attaccare il ferro con continuità e sono dolori per la difesa di Biella, secondo fallo per Tessitori, Fabi e Caroti per il +4. Quando la Viola prova ad allungare sono i due canestri consecutivi di Bowers e la tripla di Ferguson a portare avanti Biella, 18-16, Roberts 0/3 al tiro con due falli fuori dal match, timeout Calvani. Botta e riposta dalla lunga tra Fabi e Wheatle, i nero arancio faticano in attacco, Ferguson fa impazzire la difesa ed arriva un break di 8-2 per gli ospiti firmato da Pollone e Rattalino che vale il +7, 29-22. Secondo quarto: Punti preziosi che arrivano dagli uomini della panchina, Benvenuti e Passera, antisportivo fischiato a Gobba, Wheatle è on fire, due canestri su due possessi e Biella va sul +8, 36-28. Il timeout di Calvani serve a scuotere i nero arancio, i cinque punti in un amen di Riccardo Rossato e le giocate di un ottimo Aj Pacher (12 punti) riportano la Viola al -2, 38-36. Il solito Wheatle a non consentire alla Viola di impattare, tanta panchina per Caroti e Roberts, mini break di Biella che crea l’allungo con Bowers del +8 e si va negli spogliatoi sul 46-38. Terzo quarto: Reazione d’orgoglio della Viola che parte fortissimo guidata da AJ Pacher e Chris Roberts, break di 8-0 che vale la parità, 46-46, timeout obbligato per Carrera.  Le due squadre iniziano ad infilare la retina con continuità, sono i nero arancio a passare avanti nel match con uno scatenato Caroti (5 punti) e un ritrovato Roberts (6 punti), 48-55. Nel miglior momento della Viola, si risveglia Ferguson per i padroni di casa e arriva il tecnico a Roberts per proteste, il canestro di Wheatle rende vana l’incredibile rimonta dei nero arancio, 57-59. Biella riesce ad impattare con Pollone llo scadere dei 24”, parità a quota 59. Quarto quarto: Inizio difficile per i piemontesi costretti subito a fare a meno di Tessitori e Pollone usciti per cinque falli, è Wheatle a caricarsi la squadra sulle spalle che realizza sei punti consecutivi che valgono il sorpasso, 64-63, timeout Calvani. Ferguson e Uglietti firmano l’allungo del +6 a 3’09 dal termine, la Viola perde la testa, Ferguson la punisce con la tripla del +8, 74-66. Capitan Fabi è l’ultimo a mollare la presa, gioco da tre punti centrato per il -2 a 30” dal termine, Bower e Ferguson chiudono i conti, finisce 82-80.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.