L’ECCELLENTE LAVORO DELL’ESECUTIVO DELL’ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E ODONTOIATRI REGGINI

311

Dopo la conferma totale dell’esecutivo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria, il rieletto consiglio si è subito riunito per eleggere il direttivo per il triennio ossia: Presidente, dr. Pasquale Veneziano; Vice Presidente, dr. Giuseppe Zampogna; Segretario, dr. Vincenzo Nociti; Tesoriere, dr. Bruno Porcino mentre il dr. Filippo Frattima, è stato eletto presidente della commissione odontoiatri. Sempre del direttivo, fanno parte, i medici: Vincenzo Amodeo, Said Al Sayaad, Francesco Biasi, Rocco Cassone, Anna Maria Danaro, Anna Rosaria Federico, Antonio Nicolò, Domenico Pistone, Marco Tescione, Domenico Tromba, Antonino Zema e Teodoro Vadalà. Mentre per gli Odontoiatri sono stati eletti, oltre al sopra citato dr. Frattima, i medici: Teodoro Vadalà, Carlo Nicolò, quale segretario, Giovanni Strangio e Lucia Raso. Il collegio dei revisori dei conti è così formato: Presidente dr. Antonino Vadalà, componenti, dr. Giuseppe Mirarchi e dr. Antonino. Revisore dei conti supplente è il dr. Carlo Maria Previte. Il grande lavoro compiuto dal direttivo dell’ordine, negli anni scorsi, a partire dal presidente Veneziano e dal noto dr. Zampogna (che la Locride rimpiange perchè ha lasciato un segno indelebile di umanità e disponibilità, presso l’Ospedale di Locri, di cui era primario del pronto soccorso). Un pool di professionisti di alto livello che ha lasciato e sta lasciando il segno altamente positivo in un contesto molto difficile, sotto ogni punto di vista. Già il risultato elettorale, testimonia che i camici bianchi reggini hanno apprezzato lo spirito con cui l’Ordine dei Medici ha lavorato in questi ultimi anni. Uno spirito nobile, fatto di sinergie positive, armonia, piena collaborazione e mutuo soccorso. Persone veramente al servizio della categoria rimanendo ancorati stabilmente ai valori fondanti contenuti nel Giuramento d’Ippocrate e, quindi, alla tutela della salute e della vita del paziente. “Il risultato elettorale” – si legge in una nota del direttivo – “ha premiato l’impegno disinteressato verso la categoria, l’esperienza maturata in questi anni, la disponibilità verso i colleghi, la propensione all’ascolto delle loro esigenze ma anche l’umiltà e l’umanità con cui abbiamo cercato di aprirci alla società civile. Proprio per questo perpetueremo il nostro impegno nel sollecitare le istituzioni preposte ad un deciso cambio di marcia nella gestione del sistema sanitario in Calabria e, soprattutto nel garantire la sicurezza sul lavoro di chi opera in sanità. Da tempo, ormai, denunciamo un’escalation di violenza senza precedenti nei confronti dei medici; episodi assai gravi ed incresciosi che ci hanno portato, più volte, ad appellarci ad enti ed istituzioni che, certamente più di noi, sono deputati a garantire la sicurezza sul luogo di lavoro di chi opera in questo delicato e nevralgico settore. Da qui, ripartiamo, sempre al fianco dei colleghi e dei pazienti in nome di quella formula vincente che è l’alleanza terapeutica.”

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.