Calabrese: Violentata la “democrazia” all’Ospedale di Locri.

277

Nuova incredibile “perla” di scienza amministrativa della Direzione Sanitaria Ospedaliera.
A seguito delle documentate denunce, su come la Direzione Sanitaria Ospedaliera sta affrontandolo l’evidente e drammatica situazione di “emergenza sanitaria”, non è tardata ad arrivare la formale e curiosa presa di posizione di chi gestisce l’ospedale,
Con nota prot. 3255 DSH del 12 dicembre 2017, inviata alla Società di Vigilanza ed a tutto il personale, viene disposto il divieto d’ingresso in ospedale, senza “preventiva autorizzazione delle autoritá preposte”, per gli “amministratori locali” (il fastidioso sindaco di Locri) e per “i giornalisti”.
Velata e grave minaccia al personale ospedaliero che, secondo la direzione sanitaria ospedaliera, “divulga” notizie sulla pessima condizione e conduzione dell’ospedale.
Chi “preposto” alla soluzione delle problematiche pensa di nascondere la propria evidente incapacità cercando di ostacolare ed imbavagliare chi invece ritiene corretto e doveroso informare i cittadini su quanto accade quotidianamente nell’Ospedale della Locride.
Chi oggi continua a lottare ritienie ingiusto che i cittadini della locride siano stati privati di un diritto sancito dalla Costituzione.
Purtroppo, per colpa di un manipolo di incapaci, stiamo vivendo il momento più buio per la sanità nella Locride.
Spiace che la Direzione Sanitaria non comprenda che le iniziative poste in essere siano solo esclusivamente finalizzate a rivendicare dignità e prestigio per il presidio sanitario ospedaliero e per il personale che vi lavora.
Siamo certi che gli operatori sanitari, persone serie e libere, non si faranno intimorire da ridicole minacce mascherate da “disposizioni di servizio”.
Con maggiore vigore e convinzione continueremo a denunciare l’incapacità di chi amministra la sanità senza preoccuparci di ridicole ed assurde “disposizioni di servizio”.
Porteremo avanti tutte le iniziative che riterremo opportune e se dovessimo essere fermati dal servizio di vigilanza privato, per come disposto dalla Direzione Sanitaria, chiederemo l’intervento delle Forze dell’Ordine.
#lalottanonsiferma

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.