CALABRIA, TERRA DI CINEMA

326

Fiction, lungometraggi, docu, web series: ben 14 i prossimi progetti. Il presidente della Fondazione Film Commission, Giuseppe Citrigno, parla dei traguardi raggiunti.

Lungometraggi, fiction televisive, documenari, web series, 14 i progetti che la Fondazione Calabria Film Commission sosterrà nei prossimi mesi, con un budget complessivo di seicentomila euro. La Calabria sempre più terra di cinema, grazie ad un cambio di passso deciso nella gestione della Fondazione che in poco più di due anni ha permesseo di risanare si conti, e, soprattutto, tornare ad investire in produzioni.

“Un imput arrivato dal presidente della Regione, Mario Oliverio – spiega il presidente della Fondazione Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno – che ha costituito una nuova struttura finanziaria, il primo anno, con un milioni di euro che hanno permesso alla Fondazione di ripartire e sostenere già produzione importanti, come “A Ciambra” di Jonas Carpignano, che dopo il successo a Cannes ha rappresentato l’Italia nei film candidati all’Oscar. “The Millionairs”, cortometraggio d’esordio di Claudio Santamaria, girato nello scenario del Parco del Pollino, tra Calabria e Basilicata, che si è aggiudicao il preio della Siae Talento Creativo alla scorsa edizione della mostra del Cinema di Venezia e la fiction “Il paese dell’accoglienza” dedicato al sindaco di Riace con protagonista Giuseppe Fiorello. Ora 14 progetti che una commissione appositamente costituita a ammesso a contributo, 7 lungometraggi e fiction televisive, 5 documentari e 2 web series”.

Quale il senso di questo investimento ?

“Desideriamo che la Calabria si trasformi sempre più in una terra di cinema, per attirare imprese cinematografiche nazionali ed internazionali, offrire opportunità agli operatori locali, alle maestranze, sia tecniche che artistiche, di lavorare nella loro terra e puntare sul cine-turismo. Sino dal mio insediamento ho evidenziato che la Fondazione non doveva essere una struttura politico-ammistrativa ma un’azienda per agire come moltiplicatore delle risorse investite”.

Quali le produzioni che sosterrete ?

“Tra i film e le fiction televisive “Un uomo – Gianni Versace”, dedicata allo stilista reggino, una produzione Oberon Production per la regia di Bille August, e ancora “Figli”, film per la televisione in due puntatet della Bibi Film, per la regia di Giacomo Campiotti, regista di “Braccialetti Rossi”, girata tra Reggio Calabria e Messina, incentrata sulle difficoltà e le conseguenze di crescere in una famiglia di ‘ndrangheta vista dagli occhi di chi, seppur ancora innocente, si ritrova spesso ad intraprendere strade sbagliate. “Sarà Bello”, regia di Paola Columba, la storia di una ragazzina di diciasette anni che si trasferisce da Parigi a Reggio Calabria per vivere con la madre: “Rapiscimi” di Alba Produzioni, black-comedy per la regia di Gianluca Gargano. “L’altra via” prodotto da Pictures Show srl, “Ciccio Paradiso” con produttore Mario Nuzzo e “White Flowers” di Solaria Film srl, i documentari saranno invece “Sons of Magia” prodotto da Doc Lab, “Arberia” regia di Massimo Ivan Falsetta, “Waiting for Steven” di Davide Morabito, “Caronte” prodotto da Onirica srl e “CCC-Calabria, Cometo e Cambrige”, prodotto da Piroetta s.r.l. A chiudere l’elenco delle nuove produzioni le web series “Le avventura di pomodoro Rosso” e “Calabrifornication”.

Un’altra collaborazione importante è quella con la Basilicata, grazie al progetto “Lu. Ca.”, in cosa consiste ?

“Nel 2016 abbiamo ottenuto il sostegno della Lucania Film Commision che ci ha fatto da start up ed è nato così il bando “Lu. Ca”, grazie al quale è stato finanziato “The Millionars”. Tra i progetti anche la produzione internazionale tra Calabria e Lucania della nuova serie tv della FX “Trust” diretta da Danny Boyle (regista di “Trainspotting”9, ambientata nel 1973. La storia di John Paul Getty III, erede dell’impero petrolifero Getty, rapito dalla ‘ndragheta a Roma, tra i protagonisti Hillary Swank e Donald Sutheland, che è stata girata tra Maratea in Basilicata e Civita, Cetraro e in Sila.
In cosa, inoltre, si è caratterizzato il lavoro di questi mesi e cosi c’è in programma per il futuro ?
“Abbiamo collaborato anche l’Anec, l’associazione degli esercenti cinematografici per un sostegno alla distribuzione dei film di registi calabresi come Gianni Amelio e Fabio Mollo, la nostra azione è in grande sintonia col Dipartimento del turismo e la presidenza della Regione, nel 2018 speriamo di avere ancora il loro sostegno e la loro fiducia e stiamo lavorando ad una legge per il cinema”.

(fonte gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.