Lun. Apr 19th, 2021

 

L’ultimo turno d’andata della nostra serie C1 ha incoronato il Mirto Campione d’Inverno grazie alla vittoria per 6-4 su un Kroton che nella ripresa, dopo essere andato sotto di tre gol, ha tentato invano di pareggiare il match. Un titolo simbolico, ma che rende comunque pieno merito alla compagine del presidente Salvino, la quale si ritrova in vetta con un roster composto in prevalenza da giocatori locali e con un budget ridotto rispetto a quello di altre società per ora costrette ad inseguire.
Mantiene però il fiato sul collo della capolista il Futsal Polistena, corsaro al PalaFerraro contro un Città di Cosenza uscito sconfitto con l’onore delle armi al cospetto della forza dei rossoverdi, che possono sorridere anche per il ritorno in campo di Dile Gomes e per quello al gol dell’“illusionista” Creaco.
Al terzo e quarto posto, a pari punti, il duo composto da Bisignano Magic Games e Polistena C5.
Eh si, è davvero un momento magico per la formazione di mister Barbuto, che contro LS Spadafora Games Traforo ha inanellato la sua sesta vittoria consecutiva e a questo punto, ci sentiamo di poterlo scrivere, è tornata prepotentemente in corsa per il primato, visto anche il valore del suo roster, potenziato in maniera significativa a dicembre dall’arrivo di un Vinicius Orsi, che ha subito fatto la differenza in queste sue prime due gare in biancoceleste. Un successo, quello contro i rossanesi, firmato da una “zampata” del “solito” AF9, a segno da ben otto gare di fila.
Il Traforo, dal canto suo, è uscito a testa alta e assolutamente non ridimensionato da questo match, se contiamo anche il fatto che mister Madeo non ha potuto schierare due elementi come Rafinha e Dedè, messi ko da un’intossicazione alimentare poche ore prima dell’incontro.
Promosso a pieni voti al termine di questo girone d’andata il Polistena C5, che ha inanellato un altro risultato positivo, incamerando l’intera posta in palio contro la Lamezia Soccer la quale, nonostante la quarta sconfitta consecutiva fuori casa, ha chiuso nella parte sinistra della classifica al giro di boa.
Esordio ok per mister Venanzi sulla panchina del Bovalino. Senza il top player “Pipo” (si aggregherà da lunedì ai compagni) gli amaranto hanno trovato in Bruno Federico l’uomo decisivo per bloccare la sfida, che ad un certo punto si era fatta complicata, contro la Roglianese.
L’Enotria Five Soccer, orfana di Mario Capicotto, Brandonisio e Giampà, è caduta su uno dei campi più ostici di questa C1 come quello della Maestrelli, la quale a sua volta ha tirato fuori una prestazione maiuscola, battendo un’altra big dopo il Mirto e conquistando tre punti che la fanno riavvicinare alla zona salvezza diretta.
In scia ai reggini c’è sempre la Sensation Profumerie, ok in rimonta su un’Amantea (anche oggi super performance per l’attuale re dei bomber Gabriele Cremona) che non è riuscita a gestire il doppio vantaggio iniziale.

LM MIRTO – GLS KROTON 6-4

Marcatori: pt Pace (M), L. Martino (K); st Pace (M), Biasi (M), A. Savoia (M), Zanda (K), Zanda (K); A. Berardi (M), L. Martino (K), Pace (M)

Nella sfida tra due squadre composte in netta prevalenza da giocatori locali ad avere la meglio è il Mirto di mister Loria, che s’impone su un ottimo Kroton per 6-4 e conquista così il simbolico titolo di campione d’Inverno del massimo campionato calabrese.
Dopo la sconfitta di Catanzaro arriva dunque l’immediato riscatto per i ragazzi di mister Loria in una gara davvero avvincente.
I padroni di casa partono bene e si procurano subito diverse occasioni per passare in vantaggio, vantaggio che poi arriva grazie a Pace. Per Avena e compagni all’attivo anche un palo. Successivamente entrambi i portieri hanno del lavoro da fare e in particolare il Kroton entra pian piano in partita, riuscendo a prendere le misure ai biancazzurri e a pareggiare con il solito Luigi Martino. Nell’ultima parte della prima frazione da segnalare anche un palo di Cimino e un salvataggio sulla linea di Schiavelli.
Nella ripresa il Mirto entra in campo col turbo innestato e infila tre gol in 5’ ancora con Pace, Biasi e Antonio Savoia. Un indomito Kroton rientra in partita con una doppietta di Zanda e reagisce, sempre con Luigi Martino, al gol del 5-3 di Berardi. Nel concitato finale i pitagorici si schierano col portiere di movimento nel tentativo di agguantare il pari, ma i padroni di casa stringono bene le maglie in difesa e, dopo aver recuperato palla, chiudono definitivamente i conti con Pace che, a porta sguarnita, firma la sua personale tripletta (sono dieci i gol per lui in campionato) e, come ormai si dice in gergo, si porta a casa il pallone.

CITTA’ DI COSENZA – FUTSAL POLISTENA 2-4

Marcatori: 15′ Scopelliti (FP), 32′ Creaco (FP); 36′ Calabrese (FP), 44′ Gomes (FP), 51′ Franzè (CS), 56′ Potestio (CS)

I saluti iniziali tra Città di Cosenza e Futsal Polistena

Ultima giornata del girone di andata della Serie C1 ed al “PalaFerraro” il Città di Cosenza riceve la corazzata Futsal Polistena dei vari Ecelestini, Calabrese, Creaco, Gomes, etc.
Pronti, via ed Ecelestini ha ben tre nitide occasioni per portare la sua squadra in vantaggio ma trova un Casella superlativo. L’estremo difensore rossoblù si deve però arrendere al 15° sul tiro angolatissimo di Scopelliti. Il Città di Cosenza non demorde, al 16° il tiro di Fortino C. coglie la traversa. Nell’ultimo dei due minuti di recupero Creaco raddoppia sfruttando l’indecisione della finora attenta retroguardia cosentina.
Uno zero-due che avrebbe ammazzato chiunque ma non i lupi rossoblù che nel secondo tempo cercano di riaprire la partita subendo però il contropiede del Polistena che con Calabrese, su assist di Ecelestini, e con Gomes, su calcio piazzato, si portano sullo 0 a 4. Mai domi, i ragazzi di Mendicino continuano a macinare gioco. Al 21° Franzè accorcia le distanze sfruttando al meglio l’assist di Potestio mentre al 26° è lo stesso Potestio a siglare il 2-4 finale.
Onore ai vinti e gloria ai vincitori, recitavano gli antichi; il Città di Cosenza esce sconfitta per la seconda volta dalle mure amiche ma sicuramente a testa alta. (ASD Città di Cosenza)

BISIGNANO MAGIC GAMES – L.S. TRAFORO SPADAROFA GAMES  4 – 3

Marcatori: 1′ Vinicius Orsi (B), 5′ Gil (B), 11′ Brunetto (T), 12′ Gil (B), 14′ aut. Gil (T); 33′ Aragon (T), 54′ Ferraro (BI)

POLISTENA C5 – LAMEZIA SOCCER 4-1

Pregara PC5 Lamezia Soccer

Marcatori: Politanò (PC5), Insana (PC5); Morelli (L), Insana (PC5), Politanò (PC5)

Il Polistena Calcio a 5 non si piega a cospetto di un Lamezia Soccer superlativo. Un solo punto divide le due squadre capaci di sfoderare entrambe una gara straordinaria sotto l’aspetto tattico. Il PC5 forte della prova superlativa di sabato scorso vuole confermare quanto di buono ha mostrato sino ad oggi, il Lamezia Soccer vuole tenersi aggrappato alla zona alta della classifica e una vittoria oggi vorrebbe dire sorpasso e quarto posto in classifica. Il primo tempo finisce uno a zero grazie al gol di Politanò bravo a sorprendere il portiere avversario e dal limite dell’ area lascia partire un destro imprendibile, – bisogna però sottolineare che sino al momento del gol il Polistena trova non poche difficoltà ad affondare grazie soprattutto ad una fase difensiva impeccabile da parte del Lamezia S. che oltre a difendere con ordine si affaccia pericolosamente dalle parti di Cordì con Lo Riggio e Gerbasi. Nella seconda fazione serve un grande Insana per piegare la retroguardia nero-arancio, infatti al 34° il capitanò si invola verso la porta avversaria e insacca la rete del 2 a 0; al 46° il Lamezia Soccer gioca la carta del portiere di movimento ( mossa decisiva nell’ incontro di coppa Italia che ha permesso ai lametini il passaggio del turno) e Morelli trova l’inserimento giusto per accorciare le distanze, ma, a differenza della volta precedente stavolta il Polistena difende con maggiore ordine quindi Politanò prima e Insana subito dopo allungano le marcature sul 4 a 1. (Polistena Calcio a 5)

ROGLIANESE – BOVALINO 1-6 

Una fase di gioco della sfida tra Bovalino e Roglianese

Marcatori: 3′ Patamia (B), 15′ Fuoco (R), 50′ B. Federico (B) , 52′ Patamia (B), 54′ Avarello (B), 59′ P. Federico (B), 60′ Nirta (B)

Comincia con una goleada l’avventura di mister Venanzi sulla panchina del Bovalino. Gli amaranto s’impongono infatti con un netto 6-1 esterno su una Roglianese che fino al 50’ aveva cullato il sogno di portare a casa il primo punto stagionale.
Pronti, via e al 3’ Manuel Patamia la mette dentro su assist di Zurlo. Non è però tutto facile per Avarello e compagni, visto che al 15’ la Roglianese pareggia con Fuoco su calcio piazzato e poi chiude tutti gli spazi agli ospiti (da segnalare anche un palo colpito da Stumpo), potendo contare anche sulle parate dell’ottimo Falbo.
Si prosegue fino a 10’ dal termine, quando per il Bovalino entra l’uomo della provvidenza, Bruno Federico, che con un tiro di punta su passaggio di Patamia pesca il jolly e scaccia via i fantasmi per la sua squadra, la quale nei successivi minuti segna per ben quattro volte e chiude così i conti con il già citato Patamia, Avarello (ritorno al gol per lui), Pasquale Federico e il ’99 campione d’Italia juniores Ciccio Nirta, che può dunque festeggiare la sua prima marcatura in C1.

MAESTRELLI – ENOTRIA/FIVE CZ 3-0

Marcatori: 24′ Giunta; 32′ Calabrò, 58′ Arcudi

)Una Maestrelli determinatissima vince meritatamente per 3 a 0 una partita di vitale importanza per la corsa alla salvezza che sarà durissima fino alla fine. Primo tempo con l’Enotria che cerca di fare la partita ma la Maestrelli chiude bene ogni spazio, non concedendo nulla agli avversari, ripartendo sempre in modo pericoloso e, proprio in ripartenza al 24 passa in vantaggio con Giunta che insacca dopo una parata del portiere ospite su tiro di Arcudi. Ad inizio secondo tempo la Maestrelli raddoppia su rilancio lungo di Calabro, Oliva finta l’interveno ed inganna il portiere ospite, per cui gol che va attribuito al portiere Calabro’. A questo punto l’Enotria utilizza il portiere di movimento pero’ la Maestrelli difende bene ed al 28 chiude definitivamente la partita con Arcudi. (Maestrelli C5)

SENSATION PROFUMERIE – AMANTEA  5 – 2

Marcatori: 5′ Pignataro (A), 12′ Borgia (A), 23′ e 34′ G. Cremona (SP), 48′ Totino (SP), 59′ Simari (SP), 62′ G. Cremona (SP).

La Sensation Profumerie C5 di Mister Gallo, dopo la bella prova della scorsa settimana contro il Kroton, ritrova la vittoria con l’Amantea. Sebbene non giocando un buon primo tempo, i padroni di casa creano occasioni sotto porta, ma sono gli ospiti dell’Amantea a passare in vantaggio al 5′ minuto con Pignataro e raddoppiano al 12′ minuto con il gol di Borgia. La Sensation Profumerie C5 prova a rispondere e, dopo aver centrato un palo, trova il goal con G. Cremona che accorcia le distanze. Sul finale di primo tempo, sono ancora i padroni di casa ad andare vicini alla rete prima con E. Cremona e poi con Minnella ma il portiere dell’Amantea si fa trovare pronto. Nella ripresa, la Sensation Profumerie C5 é più viva e più aggressiva: al 32′ minuto arriva la rete del pareggio su conclusione di G. Cremona e, dopo una traversa centrata dall’Amantea con Borgia, al 48′ minuto è Totino a portare la squadra di casa in vantaggio. Sul finale, arriva il goal di Simari su assist di Origlia e, durante il portiere di movimento dell’Amantea, è ancora G. Cremona, sempre più capocannoniere di questo campionato con 23 reti, a siglare la fine del match. Tre punti importanti per la squadra biancorossa contro una avversaria ostica e imprevedibile che chiudono nel migliore dei modi il girone di andata. (ASD Sensation Profumerie)

RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 13° GIORNATA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.