Mar. Apr 13th, 2021

Prova di maturità della Django Locri che somatizzate le lezioni di Soverato e Siderno non commette gli stessi errori in quel di Vibosbancandone il campo al termine di una gara tatticamente perfetta. Il Locri si conferma squadra favorita per il salto di categoria ma, per evitare spiacevoli sorprese deve cercare di migliorare la gestione delle gare evitando i cali di tensione dopo avere dato l’impressione di dominare la gara. Il Vibo, invece, deve mettere da parte le chance da primato concentrandosi per conquistare le altre due posizioni del podio sicuramente alla loro portata. Se il Locri fa il proprio dovere tornando a casa con il massimo dei bottini, stessa cosa non può dirsi per la Davoli academy piegata alla distanza dalla maggiore determinazione della squadra di casa Futsal Club Filadelfia in piena corsa per il posto d’onore. La Ludos si lascia alle spalle il novembre nero iniziando l’ultimo mese dell’anno con una spumeggiante vittoria contro la Pol. Cittanova. Vibo Locri schierateVibo Locri schierateMalavenda e compagni scaricano sui malcapitati avversari, tutta delusione accumulata nelle ultime quattro gare subendo la prima delle tre reti dopo averne concretizzate sei. Torna a prendere quota la Costa del lionedilagando contro il rivali del Rombiolo in partita solo per un tempo. Questa Florentiana non si ferma più e sul campo della Fantastic Five Siderno inanella il quinto risultato utile consecutivo portandosi per la prima volta fuori dalla zona playout. Zona playout nella quale stazionano ancora Zefhir Reggio e Pol. Molochiese. Entrambe le squadre dando segno di ripresa s’impongono d’autorità sulle avversarie di turno dando la sensazione di potere cambiare il volto alla loro stagione. Gli uomini di mister D’Arrigo non si fanno irretire dalla verve offensiva della Xenium limitandone il raggio d’azione a soli due gol contro i cinque rifilati. La Pol. Molochiese grazie ai talentuosi A. Mammola e Monterosso, non concede scampo alla PGS concretizzando ben sei reti.

VIBO C5 – DJANGO LOCRI 3 – 6

Marcatori: 12’ Gnisci, 13’ Rappocciolo, 16’ Bumbaca, 20’ Gnisci, 23’ Paternò (VI), 24’ Zaffino (VI), 40’ Pestich, 45’ Marchio (VI), 48’ Gnisci

Django Locri Django LocriIl big-match dell’undicesima giornata non ha deluso le attese vedendo all’opera due squadre qualitativamente molto valide promuovendo a pieni voti la capolista rimandando agli esami di riparazione la squadra di casa. Il Vibo, infatti, puntava molto su questa partita per capire quale ruolo ritagliarsi in classifica di contro il Locri, doveva farsi perdonare i due passi falsi a Soverato e Siderno dimostrando di avere intrapreso la strada vincente. Il risultato finale, pur premiando gli uomini di mister Ferrara, non ridimensiona il Vibo che, grazie ad un consolidato gruppo potenziato dai nuovi innesti non può che, migliorare. Prettamente tattico l’inizio gara che, lascia presagire ad un marcato equilibrio. Tutto ciò fino alla rete di Gnisci che, destabilizza il Vibo generando nel quintetto di casa, una sorta di blackout. Il Locri approfitta del momento favorevole ed in 7’ concretizza ulteriori tre goal portandosi sul rassicurante margine di 0-4. Con l’acqua alla gola il Vibo prova a riorganizzarsi e grazie alla rete di Paternò si desta dal torpore realizzando 60’’ dopo il secondo gol con Zaffino chiudendo di fatto il primo tempo. In avvio di ripresa i padroni di casa alzano ulteriormente il baricentro ma, vengono castigati di rimessa da Pestich. Il vibonese Marchio prova a rimettere in corsia i propri compagni ma il Locri non sbaglia nulla stoppando con Gnisci gli altrui entusiasmi. Il passare dei minuti non cambia il risultato scrivendo la parola fine alla più bella gara della stagione andata in scena a Vibo

FUTSAL CLUB FILADELFIA – DAVOLI ACADEMY 5 – 3

Marcatori: 6’ Bilotta (DA), 10’ Dastoli (FCF), 16’ Bilotta (DA), 17’ aut. Migliarese (FCF), 38’ Procopio (FCF), 41’ Migliarese (DA), 44’ e 61’ Dastoli (FCF)

Filadelfia Davoli azioneFiladelfia Davoli azioneGrande affluenza di pubblico al Palabarone per questo big-macht contro il Davoli. Gara che non ha deluso le attese. Futsal che inizia meglio il confronto con Dastoli che, firma il primo brivido al portiere  avversario. Ritmi non molto alti con la Futsal che controlla il pallino del gioco ma non riesce ad affondare, Davoli si difende  bene e cerca di approfittare di qualche ripartenza ed è proprio su un errore difensivo che arriva il gol ospite inaspettato. La reazione Futsal non si fa attendere e ci prova subito a mettere in pari i conti ma non trova la porta. Porta che viene scardinata da un grande scambio Panzarella Dastoli per 1-1. Riprende a macinare gioco la squadra di Mr Rondinelli con il Davoli in difficolta, ma spreca qualche occasione di troppo una su tutte un 3 contro 1 da matita blu. Sembra una giornata storta per la Futsal quando un gran tiro da fuori del Davoli s’infila all’incrocio. Un risultato incredibile per quanto visto in campo ma, i leoni feriti si rialzano e su un azione di Valia trova l’autogol del 2-2. Dastoli F C FiladelfiaDastoli F C FiladelfiaMeritato pareggio che chiude la prima frazione anche se sta stretto ai ragazzi di casa. Secondo tempo inizia col Davoli più pimpante e dopo pochi minuti trova un rigore per fallo di Dastoli. Maggisano vola nell’angolo e respinge! È la scintilla che fa scattare la Futsal. I locali si riprendono la scena tornano in avanti grazie anche ad un Valia in gran forma. Davoli è alle corde e cosi arriva il gol di Procopio dopo uno scambio con Catanzaro. Gli ospiti  dopo un primo tempo senza idee accelerano subito e trovano il pari dopo uno scambio in area. Altro pari e di nuovo Futsal che va a caccia del vantaggio ma il portiere avversario piu volte dice no. Nulla può fare però al tiro chirurgico di Dastoli che fa esplodere il Palabarone, un gol pesantissimo. Davoli accusa il colpo e Futsal cerca più volte il gol sicurezza ma non ci riesce. Valia sfiora un altro eurogol ma il portiere è miracoloso. Ultimi minuti di passione con i biancoblu che chiudono tutti i varchi con il Davoli che ci prova col quinto uomo, ma Dastoli a porta libera chiude i giochi! Futsal vince convince e vola a -1 dal secondo posto! (a.s. Francesco Gugliotta)

LUDOS V.M. – POL. CITTANOVA 8 – 3

Marcatori: 8’ Politi, 19’ Zavettieri, 22’ Catanese, 30’+1’ Dattola, 33’ Nelo, 36’ Malavenda, 39’ Maurici (PC), 42’ Sorrenti (PC), 48’ e 51’ Malavenda, 56’ Nava (PC)

Ludos Pol CittanovaLudos Pol CittanovaLa Ludos torna finalmente alla vittoria che mancava ormai da quattro turni, con un risultato che non lascia dubbi sull’andamento del match. Otto le reti rifilate ad un Cittanova volenteroso e ben organizzato ma che non è riuscito ad opporre resistenza alla voglia di riscatto dei neroarancio. Mister Minniti in settimana ha lavorato molto sia sul piano tecnico, cercando nuovi spunti tattici, che sul morale dei suoi. Già a Soverato contro il Davoli nonostante la sconfitta, si era vista una buana reazione della squadra che quest’oggi si è concretizzata con una prestazione che ha permesso al pubblico di assistere, finalmente, ad una vittoria roboante, 6-0 infatti il passivo al 6’ minuto del secondo tempo. Zavettieri LudosZavettieri LudosMa torniamo un passo indietro, l’inizio della partita è caratterizzato da una fitta pioggerellina che non condiziona minimamente la determinazione dei padroni di casa, la conferma di ciò sono i primi cinque minuti in cui per ben quattro volte vanno al tiro in porta con Polimeni(2), Malavenda e Nelo, puntualmente respinti da Borgese. Al 6’ minuto una disattenzione di Nelo concede a Bovalina di calciare in porta ma Tiziano respinge di piede, sul fallo laterale che ne scaturisce Maurici non è pronto sul secondo palo a toccare in rete. All’8’ minuto Minniti effettua il primo cambio con Politi per Dattola e proprio dal piede del nuovo entrato arriva la prima rete neroarancio anche se la palla è stata deviata da un calciatore ospite. Al 15’ l’arbitro Macrì concede un penalty per un fallo che, come dimostreranno le immagini, è stato commesso fuori area, Bovalina si incarica del tiro ma Tiziano respinge. Al rigore sbagliato degli ospiti si contrappone la reazione dei neroarancio che in tre minuti tra il 19’ ed il 22’ si portano sul 3-0, con Zavettieri direttamente su calcio di punizione e Catanese pronto a ribadire in rete la respinta di Borgese sul tiro ancora di Zavettieri. Al 25’ Maurici ci prova da fuori ma Tiziano nega, un minuto più tardi Polimeni colpisce il palo da posizione defilata. EsultanzaEsultanzaQuando la partita sembra avviarsi alla conclusione della prima frazione senza colpi di scena, al secondo dei due minuti di recupero concessi dal D. di G., la Ludos ha l’opportunità di arrotondare il risultato su punizione diretta per sesto fallo, Dattola si incarica e non tradisce le attese mirando all’angolino basso alla destra del portiere avversario. Nonostante il 4-0 i neroarancio iniziano il secondo tempo con la stessa determinazione del primo ed in sei minuti si portano sul 6-0 in virtù delle reti di Nelo che finalizza una bellissima azione corale e, di Malavenda, da schema su calcio piazzato. Con il punteggio nettamente largo la Ludos perde un po’ di concentrazione ed il Cittanova ne approfitta. Al 39’ Nelo devia in rete il tiro di Maurici mentre tre minuti più tardi e Sorrenti che riceve la sfera spalle alla porta, si libera dell’avversario abilmente e beffa Tiziano. Le due reti siglate fanno illudere per qualche minuto la panchina ospite, prima che Malavenda tra il 48’ e il 51’ chiuda definitivamente i giochi, concedendosi la sua prima tripletta stagionale. Solo per le statistiche il gol di Nava al 56’ che sancisce il risultato finale di 8-3. La Ludos ritrova finalmente i tre punti e un po’ di entusiasmo che ultimamente si era perso a queste latitudini. Il Cittanova non ha disputato probabilmente una buona prestazione ma sicuramente di fronte si è trovata una squadra più vogliosa di risultato. Tra sette giorni i neroarancio si ritroveranno ancora in casa dove verrà a fargli visita l’Aurora Gallico, mentre il Cittanova tornerà tra le proprie mura per incontrare il Futsal Club Filadelfia per un altro scontro tra due big di questo campionato. Mario Albino Ufficio Stampa Ludos

COSTA DEL LIONE – ROMBIOLO 8 – 3

Marcatori: 4’ Mantuano, 6’ Madonna, 7’ Ciddio, 11’ Lo Schiavo (RO), 18’ Simari (RO), 30’ Ciddio, 35’ Madonna, 47’ Morabito, 52’ Simari (RO), 54’ Madonna, 60’ Russo

Ciddio Francesco BernardoCiddio Francesco BernardoPartita inizialmente in discesa con le marcature del giovanissimo Mantuano, di Madonna e Ciddio. Break del Rombiolo che accorcia ma è sempre la Costa a dirigere l’orchestra con Petrolo che si esalta con le incursioni di Floro e Russo. Trova la seconda rete il Rombiolo su un’incertezza di Grandinetti e i padroni di casa abbassano i ritmi provando a ragionare come all’inizio. Tant’è che ancora Mantuano trova l’opposizione di un puntuale Petrolo. Finale di primo tempo che premia ancora i padroni di casa con Ciddio che insacca a porta vuota su un servizio al bacio di Russo in ripartenza. Nei primi cinque minuti del secondo, Madonna ci prova tre volte ed alla terza trova il buco tra palo e portiere dal fondo. La partita diventa maschia con un arbitro all’inglese e dopo un ennesimo fallo non fischiato a Morabito, lo stesso si impossessa rabbiosamente della palla e trafigge dalla metà campo il portiere avversario. Da questo momento (47°) gli ospiti provano il portiere di movimento, dopo un paio di rischi su ribaltamento di fronte, trovano la rete con Simari che sfodera un perfetto diagonale. Cercano ancora gli ospiti con la superiorità ma gli errori questa volta si pagano prima con Madonna che forza sulla pressione, recupera palla e insacca e poi con Russo che allo stesso modo si invola e appoggia a porta vuota. Ossigeno puro per i padroni di casa che senza un paio (minimo) di passi falsi, sarebbe meritatamente in altre zone della classifica. (A.S. Caterina)

FANTASTIC FIVE SIDERNO – FLORENTIANA 0 – 2

Marcatori: 5’ Marino, 37’ Posella

Marino Criatian FlorentianaMarino Criatian FlorentianaAncora uno stop per la Fantastic five Siderno battuta con il classico risultato tipico del C11. Per quanto visto in campo il punteggio penalizza decisamente il quintetto di casa autore di una genreosa prestazione non suffragata dai gol. Proprio questo è il limite del Siderno la cui difficoltà realizzativa è testimoniata dai numeri. Di contro la Florentiana raccoglie quanto seminato del deficitario avvio di stagione ottenendo il massimo con il minimo sforzo uscendo per la prima volta, fuori dalle sabbie mobili della zona playout. Per la crescita palesata alla Florentiana, non può essere precluso nessun traguardo in particolare la zona playoff al momento distante soli 4 punti. Non si vedono cenni di ripresa, invece, per il Siderno capace di battere la capolista Locri grazie all’unione di tutto il gruppo ed è proprio da quella vittoria gara che, devono ripartire i ragazzi di mister Crescimbini se non vogliono incappare in una precoce seconda retrocessione consecutiva.

 

POL. MOLOCHIESE – PGS AURORA GALLICO 6 – 1

Marcatori: Monterosso, A. Mammola (2), Monterosso, Artieri, Pinna, Richichi (PGS)

Monterosso Claudio Pol MolochieseMonterosso Claudio Pol MolochieseVittoria doveva essere e vittoria è stata. Partita senza storia oggi in quel di Taurianova dove la Polisportiva Molochiese schianta con un 6-1 tennistico l’Aurora Gallico. Pronti via ed è la Molochiese a tenere il pallino del gioco cercando varchi nella comunque attenta difesa ospite. Dopo 10 minuti di gioco e la Molochiese a trovare il varco giusto grazie ad un rete del Bomber Monterosso che di mestiere porta in vantaggio i suoi. La reazione ospite tarda ad arrivare ed è affidata a tiri dalla distanza che il portiere di casa sventa senza troppi problemi. Il tempo passa veloce e la Molochiese alza di nuovo i ritmi portandosi addirittura sul triplo vantaggio grazie alle reti del solito Andrea Mammola bravo a farsi trovare pronto in ripartenza. L’inizio del secondo tempo vede una sola squadra in campo, la Polisportiva Molochiese, oggi in giornata di grazia. Nel giro di 10 minuti riesce a mandare al tappetto l’Aurora grazie alle reti in rapida successione di Monterosso, Capitan Artieri e il neoacquisto Pinna sempre piú protagonista nelle trame offensive di Mister Cucinotta. La partita scorre via senza troppi patemi, l’Aurora riesce comunque a trovare il gol della bandiera che evita un passivo ancor più pesante. (a.s. Pol. Molochiese)

ZEFHIR/REGGIO – XENIUM 5 – 2

Marcatori: Iannò (XE), Ferrato, Albino, Zoccali (2), Dieni, Chirico (XE)

Zefhir Reggio Zefhir ReggioTorna alla vittoria la squadra di mister D’arrigo che batte un’ottima Xenium arrivata alla Palaboccioni per giocarsela a viso aperto. Partono forte gli ospiti che con Iannò passano in vantaggio portando a termine una magistrale azione di calcio a 5. Momento di sbandamento per i padroni di casa che subito dopo lo svantaggio rimangono con l’uomo in meno per l’espulsione di Battaglia reo di avere intercettato il pallone con le mani. Trascorsi i due minuti in inferiorità numerica, lo Zefhir Reggio F.C. ripartire con un altra marcia, pressing alto e giropalla veloce cercando la sponda con l’ultimo arrivato Paolo Albino che trattenendo palla al centro dell’area serve Ferrato che con un tiro a giro ristabilisce la parità. Il primo tempo volge al termine senza altre emozioni. La ripresa vede i padroni di casa entrare in campo con la rabbia giusta, approfittando di un calo fisico degli ospiti nei primi dieci minuti chiudono la partita portandosi sul cinque a uno grazie alle reti di Albino, due volte Zoccali e Dieni. La Xenium accorcia le distanze con Chirico il quale pochi minuti dopo potrebbe riaprire la partita dal dischetto ma calcia il pallone alto. Da segnalare la seconda espulsione nelle file biancoazzurre del numero dieci Polimeni, autore del fallo da rigore. La vittoria viene dedicata da parte dei giocatori e della dirigenza alla piccola nata Aurora Catanzaro, figlia di Massimo Catanzaro ex compagno di squadra oggi in forza alla Segato. (a.s. ZefhirReggio)

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO L’11° GIORNATA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.