Crotone, sindaci Pd in rivolta contro Flora Sculco

345

Diversi amministratori locali non vedono di buon occhio l’eventuale candidatura della consigliera di “Calabria in rete” nella lista dem alla Camera. Qualche malumore anche nei confronti del governatore Oliverio

Sindaci del Partito democratico sul piede di guerra. I primi cittadini della provincia di Crotone, riunitisi ieri sera in via Panella, hanno ribadito che non accetteranno candidature decise senza il loro coinvolgimento. La riunione convocata dal segretario provinciale del Pd, Gino Murgi, che tra l’altro è anche sindaco di Melissa, aveva lo scopo di fare il punto della situazione in vista delle prossime elezioni politiche. Il tema principale affrontato dai 13 sindaci presenti – solo due gli assenti giustificati – è stato quello di organizzare il partito in vista dell’appuntamento elettorale della prossima primavera, ma si è anche parlato anche di altro. In nessuno intervento è stato fatto il nome di Flora Sculco, ma è evidente che gli amministratori locali dem, nella loro richiesta di diventare i protagonisti nella scelta delle candidature, vorrebbero evitare la presenza nella lista del Pd alla Camera della consigliera regionale di “Calabria in rete”. La posizione dei sindaci, ribadita nella riunione di ieri sera, è stata già esternata non partecipando all’iniziativa di Santa Lucia, organizzata dal Comune di Crotone e condivisa dal governatore della Calabria, Mario Oliverio. La maggioranza della federazione del Pd, che ha eletto il segretario Murgi, che ha un punto di forza soprattutto nella presenza dei sindaci del territorio provinciale, resta quindi compatta. Quest’area del Pd va avanti e mantiene la posizione critica espressa il 13 dicembre disertando l’iniziativa caldeggiata da Oliverio. Sempre nella riunione di ieri, secondo quanto riferito, sarebbero state espresse anche delle perplessità sul comportamento di Oliverio. Gli amministratori locali del suo partito, insomma, lo vorrebbero più presente nelle vicende amministrative dei Comuni. Preoccupazione è stata espressa anche per l’attuale situazione economica della Provincia di Crotone. Non ci sono soldi e l’ente intermedio, così come di recente ha dichiarato il presidente Nicodemo Parrilla, non vanta crediti dalla Regione Calabria. Si teme il dissesto finanziario. Il prossimo 30 dicembre tutti i sindaci del Pd si ritroveranno a Petilia Policastro per mandare un segnale a Parrilla, che di recente ha avuto uno scontro politico con il sindaco di quel Comune, Amedeo Nicolazzi. Il messaggio che si intende mandare è quello che il Pd si schiera al fianco di Nicolazzi.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.