DEPURAZIONE: ROSARIO ROCCA ASSOLTO PER NON AVER COMMESSO IL FATTO.

263

“Se solo una e anche minima colpa sarà in qualche modo riconducibile al mio operato, mi dimetterò da sindaco per incapacità amministrativa”.

Questo dichiarava Rosario Rocca sindaco di Benestare e presidente del comitato dei Sindaci della Locride all’indomani dell’avviso di garanzia notificato in qualità di indagato per reato ambientale e, nello specifico, per la “questione depurazione” nei comuni di Bianco, Bovalino, Casignana e Benestare. Erano frasi dettate da uno stato emotivo di profonda sofferenza e frustrazione. Quella che un sindaco, a queste latitudini, prova, quotidianamente, a fronte dell’impossibilità di svolgere dignitosamente un servizio per la propria comunità.

Oggi, dice Rocca,  nel giorno della sentenza che (insieme agli altri sindaci e tecnici coinvolti) mi assolve, non posso che rinnovare la mia più incondizionata fiducia nella magistratura: il Potere e il pilastro più solido di questo nostro Stato.

Rocca ha Ringraziato i suoi avvocati, le persone che hanno sempre creduto nella mia assoluta estraneità ai fatti e i colleghi sindaci della Locride per la vicinanza che mi hanno dimostrato.

Rocca non manca di polemizzare con i forcaioli da tastiera, dice sul suo profilo facebook “se ne faranno una ragione”.

GM | redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.