ECCELLENZA | IL PUNTO DOPO IL GIRONE D’ANDATA. IL LOCRI LANCIATO VERSO LA SERIE D. E’ BAGARRE PER I PLAY-OFF.

304

Al giro di boa del campionato, il campionato ha posto questi verdetti, il Locri è campione d’inveno con cinque punti sul Cotronei e sei punti sul Gallico Catona e Siderno, e sembra più lanciato a tornare in serie D (categoria dove manca dal 2002). Un marcia senza rivali quella della squadra allenata frutto di 11 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta e con 25 gol fatti (miglior attacco) e solo 6 gol subiti (miglior difesa), impreziosita dalla conquista della Coppa Italia Dilettanti di sabato scorso a Catanzaro contro il Cotronei. Adesso per il Locri ci sarà oltre al girone di ritorno, anche la Coppa Italia Dilettanti nazionale che la vedrà di sicuro nel primo turno in Sicilia contro una tra Mazara, Licata, Sant’Agata e Paternò (impegnate nella fase nazionale della coppa siciliana). Se il Locri sembra lanciato a tornare in serie D, è bagarre per la conquista dei play-off (che vede impegnate bene 7 squadre in 10 punti (Cotronei, Gallico Catona, Siderno, Castrovillari, Sersale, Acri e Trebisacce). Dunque i play-off dopo l’assenza della scorsa stagione (la Cittanovese seconda ha distanziato di 10 punti la terza andando direttamente ai spareggi nazionali) ci saranno, e in tanti li vogliono conquistare, il Cotronei di Morelli è in serie positiva da quando l’allenatore si è insiedato, il Gallico Catona di Misiti sta dispuntando la sua migliore stagione di sempre da quando è in Eccellenza, il Siderno è in flessione dopo il derby perso a Locri (1 vittoria, un pareggio e una sconfitta), il Castrovillari del neo tecnico Ferraro in tutto il campionato ha perso solo una partita (come il Locri capolista), il Sersale di Trapasso è invicibile in casa, ma fuori casa ha fatto un bilancio disastroso, l’ Acri è incostante e ha dovuto cambiare allenatore e il Trebisacce è in serie positiva che attualmente l’ha portato ai piedi dei play-off e ora punta a entrare nel girone di ritorno.
In zona calda ci sono Soriano, Reggiomediterranea, Cutro, Amantea, Scalea, Paolana, Aurora Reggio e Luzzese, sembra spacciata la Luzzese, ma si guarda alla serie D. Se come lo scorso anno ci saranno 3 retrocessioni dalla massima serie dilettantistica nazionale, ci saranno essere per forza 4 retrocessioni in Promozione con un play-out extra. Ma i tempi sono maturi per una Eccellenza a 18 squadre per il prossimo anno ?

redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.