Incidente a Villa San Giovanni: un pullman di linea si ribalta sulla A2 Autostrada Mediterranea. Aggiornamenti

373

 

Nella mattinata odierna, un pullman di linea con a bordo 45 persone si è ribaltato sull’A2 Autostrada Mediterranea, nei pressi dello svincolo di Villa San Giovanni, direzione nord/sud.

Immediatamente soccorsi, i passeggeri sono stati trasportati nella locale struttura ospedaliera, ove è stato attivato un apposito piano di emergenza straordinario con messa a disposizione di posti supplementari.

Dai primi accertamenti sanitari è emerso che sono rimasti feriti dieci viaggiatori, di cui uno in modo grave.

Il Grande Ospedale Metropolitano sta provvedendo ad attivare una linea telefonica dedicata per garantire tempestive informazioni ai familiari.

Si è provveduto a far pervenire apposito mezzo per i viaggiatori che saranno dimessi.

Dopo la rimozione del veicolo incidentato, gli svincoli autostradali sono stati riaperti ed è stato ripristinato il traffico veicolare, che è ripreso con regolarità.

Si è tenuta nel pomeriggio odierno, presso il Palazzo del Governo, una riunione straordinaria del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per un ulteriore approfondimento sullo stato dell’ordine e della sicurezza pubblica nel Capoluogo e nella provincia, anche in relazione ai recenti eventi criminosi verificatisi nel territorio metropolitano. Oggetto di disamina è stato altresì l’incidente occorso, oggi, sull’A2 Autostrada Mediterranea, presso lo svincolo di Villa San Giovanni, in cui è rimasto coinvolto un autobus di linea con a bordo 45 passeggeri.

All’incontro hanno partecipato oltre ai Rappresentanti provinciali delle Forze di Polizia e al Comandante della locale Sezione della Polizia Stradale, il Vice Sindaco del Comune di Reggio Calabria, il Procuratore della Repubblica Vicario presso il Tribunale di Reggio Calabria – Direzione Distrettuale Antimafia, Gaetano Paci, e il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, Ottavio Sferlazza.

Nel corso della seduta sono stati accuratamente analizzati, in particolare, il tentato omicidio di un cittadino di Caraffa del Bianco e il decesso di altro soggetto, per cause in corso di accertamento, all’interno della propria abitazione a Sant’Eufemia d’Aspromonte. Sono state esaminate, inoltre, le dinamiche criminali degli atti delittuosi perpetrati nei confronti di esercizi commerciali del territorio, della Villa comunale ad Anoia e di una struttura per il recupero e la cura delle tartarughe marine nel Comune di Brancaleone, nonché degli episodi incendiari compiuti in danno del presepe allestito all’interno di un Istituto scolastico a Caulonia e di quello nella piazza Municipio di Catona.

Al riguardo, allo scopo di assicurare la più incisiva ed efficace attività di vigilanza e di repressione, sono state disposte straordinarie misure di controllo e di pattugliamento del territorio e rafforzati i dispositivi per la tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico.

L’attività dei soccorsi è stata coordinata dalla Prefettura di Reggio Calabria, che ha assicurato la propria presenza presso l’area di emergenza e ha mantenuto costanti contatti con l’unità di crisi, lavorando in sinergia con la Direzione Generale del Grande Ospedale Metropolitano.

Grazie alla collaborazione con Telecom Italia Mobile è stata attivata, al     n. 0965/397323, una linea telefonica dedicata ai parenti dei feriti: sono circa una decina i passeggeri ricoverati, mentre i restanti viaggiatori, dimessi, hanno potuto proseguire il loro viaggio con mezzi appositamente predisposti.

Nell’occasione il Prefetto di Reggio Calabria Michele Di Bari ha constatato la professionalità del servizio offerto dal Direttore Generale del Grande Ospedale Metropolitano e dal personale medico ed infermieristico del Pronto Soccorso che, anche avvalendosi del volontario supporto di personale, in riposo e di altre Unità Operative Complesse, ha reso possibile l’allestimento di postazioni supplementari per assicurare la necessaria assistenza ai feriti, consentendo di gestire celermente ed efficacemente l’emergenza.

Le dinamiche dell’incidente sono state analizzate nel corso del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica tenutosi questo pomeriggio, in via d’urgenza, in Prefettura, al quale hanno partecipato, oltre ai Rappresentanti provinciali delle Forze di Polizia e al Comandante della locale Sezione della Polizia Stradale, il Vice Sindaco del Comune di Reggio Calabria, il Procuratore della Repubblica Vicario presso il Tribunale di Reggio Calabria – Direzione Distrettuale Antimafia Gaetano Paci e il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palmi Ottavio Sferlazza.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.