L’ASS. BASTA VITTIME SULLA S.S.106 SALUTA E RINGRAZIA GRATTERI

255

IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE DONA A GRATTERI UNA LASTRA IN ARGENTO LAVORATA A MANO DAL MAESTRO ORAFO DOMENICO TORDO CHE RAFFIGURA I MAGISTRATI FALCONE E BORSELLINO IN UNA DELLE LORO IMMAGINI PIÙ NOTE

 

 

Il Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nella serata di ieri ha avuto l’onore ed il piacere di incontrare il Dott. Nicola Gratteri prima della presentazione del suo libro a Rossano (CS). Nell’incontro informale, Pugliese ha avuto modo di ringraziare il Magistrato per l’impegno assunto sulla S.S.106 (l’azione della Procura della Repubblica di Catanzaro sul tema è nota a tutti).

 

Nell’occasione il Presidente a nome dell’Associazione ha voluto donare a Gratteri una lastra in argento lavorata a mano dal Maestro Orafo Domenico Tordo, un giovane socio sostenitore del sodalizio che da anni è impegnato in una lotta democratica e civile per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della S.S.106 in Calabria.

 

L’opera del Maestro Orafo Tordo raffigura i Magistrati Falcone e Borsellino in una delle immagini più note. Un dono molto gradito dal Magistrato che peraltro ricordava bene di aver incontrato il Presidente dell’Associazione in una recente iniziativa estiva a Cirò Marina.

 

«Questo omaggio al Dott. Gratteri – dichiara il Presidente Pugliese – non è solo un modo per ringraziarlo per l’impegno che ha iniziato a spendere nel merito della S.S.106 ed a tutti ormai noto ma è anche un modo per voler ribadire l’assoluta posizione di contrarietà che la nostra Associazione detiene nei confronti di tutte le mafie»

 

«L’onestà, la legalità ed il rispetto delle regole – continua Pugliese – debbono essere – come da tempo Gratteri insegna con il suo operato da Magistrato e con i suoi libri – un riferimento chiaro per tutti i calabresi che vogliono un cambiamento radicale per la nostra regione».

 

«Sulla S.S.106 – conclude Pugliese – non possiamo dimenticare tanti incidenti mortali – che spesso hanno coinvolto anche persone innocenti – causate da chi alla guida aveva assunto sostante stupefacenti acquistate dalla criminalità organizzata: di fronte a tutto ciò noi non possiamo rimanere in silenzio ma dobbiamo esercitare il nostro diritto/dovere di sostenere la giustizia contro la criminalità per consegnare un domani, alle nuove generazioni, una Calabria migliore, coraggiosa e libera».

 

 

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 21 Dicembre 2017

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.