REGGIO CALABRIA, CISL FP: DISCUSSIONE SU PRE-INTESA CIDA PERSONALE GIUNTA REGIONALE

357

Sindacato: al centro incontro miglioramento condizioni economiche e giuridiche dipendenti

La pre-intesa sul Cida 2017, il contratto integrativo decentrato sottoscritto di recente dalle organizzazioni sindacali con la giunta della Regione Calabria e i tavoli di negoziazione avviati presso l’Aran per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro con i relativi aumenti stipendiali e le novità sullo status giuridico dei pubblici dipendenti, sono stati alcuni dei punti del dibattito tenuto giovedì 30 novembre 2017, nel corso della partecipata assemblea organizzata dalla Cisl Fp Calabria con i dipendenti regionali degli uffici decentrati di Reggio Calabria di via Modena. In pratica – si legge in una nota di Cisl Fp Calabria -, l’assemblea con i dipendenti regionali reggini è stata la prima uscita pubblica del rinnovato Organismo della Sas Cisl, la sezione sindacale aziendale attiva presso gli Uffici della giunta regionale, adesso guidata dal segretario aziendale Giuseppe Spinelli, accompagnato dal segretario aziendale aggiunto Giuseppe Messineo e dal componente del direttivo Francesco Curia. Altro dato significativo della voglia di rilanciare sul territorio l’azione della funzione pubblica Cisl e di aggregare i lavoratori regionali su iniziative di rinnovamento del dialogo negoziale e della contrattazione con la parte pubblica,  è stato il fatto che l’assemblea è stata presieduta dal segretario generale della Cisl Fp Calabria Luciana Giordano ed ha visto la partecipazione anche del segretario generale della Cisl Fp di Reggio Calabria, Vincenzo Sera. Dunque, un segnale di forte volontà da parte della Cisl di riprendere in modo più incisivo in termini di proposta e soluzione, il confronto del sindacato con la dirigenza amministrativa e la parte politica che amministra l’Ente Regione, per migliorare le condizioni economiche e quelle giuridiche dei dipendenti. A tale proposito è da rilevare che l’assemblea è stata tenuta dal personale e dai dirigenti sindacali in piedi e in un corridoio dello stabile di via Modena perché manca un locale idoneo ad ospitare incontri del genere.

Situazione anomala questa delle condizioni logistiche precarie in cui si svolge l’attività di servizio sia a Reggio Calabria, che nelle altre sedi decentrate di Cosenza, Crotone e Vibo ed anche nella Cittadella di Germaneto, che è stata più volte denunciata nel corso della discussione e che sarà un argomento di confronto con il  vicepresidente della Giunta e delegato agli affari del Personale Antonio Viscomi. Ciò nell’ottica di trovare adeguate soluzioni atte a  garantire efficaci e funzionali servizi all’utenza pubblica che, invece, accusa la mancanza di locali per l’attesa e di idonei parcheggi  nella sede di via Modena che ospita insieme uffici del genio civile, tributi e tasse automobilistiche, trasporti, agricoltura, forestazione, eccetera. Spinelli, Messineo e Curia, sollecitati dai diversi quesiti posti dai dipendenti intervenuti al dibattito, hanno ribadito come impegno della Cisl Fp sia quello di portare nella contrattazione con la giunta regionale la riforma dei criteri per l’assegnazione delle Peo 2017, le progressioni economiche orizzontali garantite anche quest’anno sul piano finanziario, puntando su una effettiva meritocrazia. Questione che, ha affermato Spinelli, si lega ad una programmazione efficace della formazione e aggiornamento del personale regionale, che risponda realmente ai bisogni formativi dei dipendenti sulle novità normative della Pubblica amministrazione anche in tema di digitalizzazione  della Pa e dunque, di applicazione del Codice dell’amministrazione digitale. Altro tema di confronto, ha annunciato la segretaria generale Luciana Giordano, sarà la partita delle progressioni verticali e sui concorsi interni per consentire alle categorie inferiori di avanzare in termini di carriera e di incremento stipendiale. Sono pochi e qualificati punti di negoziazione sindacale, ha concluso Luciana Giordano, in presenza di una situazione economica degli Enti molto deficitaria, necessari per avviare un positivo e costruttivo dialogo con la parte pubblica e così dare risposte concrete ai dipendenti regionali. All’incontro di Reggio Calabria, ha infine annunciato Luciana Giordano, seguiranno incontri nelle altre sedi decentrate per riprendere il dialogo tra sindacato e dipendenti e rilanciare un modello di relazioni concertativo di sviluppo e di crescita economica e giuridica del personale della Regione.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.