A REGGIO, PROCESSO D’APPELLO PER MICELOTTA MA LA MADRE DEL POVERO ERNESTO IENCO, BARBARAMENTE E DIABOLICAMENTE UCCISO AFFERMA: LA GIUSTIZIA DEVE TRIOFARE ANCORA UNA VOLTA!

852

E’ previsto per domani, martedì 12 dicembre, presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria, il processo d’appello per uno dei due amanti che hanno ucciso, secondo la prima sentenza, il trentunenne Ernesto Ienco. Una storia tragica, quella del giovane riacese, che venne crudelmente e premeditatamente ucciso la notte tra il 24 e il 25 ottobre 2015. Una storia nella quale il delitto è solo il triste epilogo. Forse, non in pochi sapevano del rapporto extraconiugale della 28enne Sabrina Marziano, moglie della vittima e non escluso che qualcuno avesse notato qualcosa di strano nel rapporto tra la donna e il 21enne Agostino Micelotta, il giovane che abitava nello stesso paese dell’amante che tradiva il marito e che è stato condannanto, in primo grado a una pena superiore ai dieci anni. Ma tale periodo di detenzione basta a punire un così efferato delitto, si chiedono molte persone della Locride?
(Nella foto i due amanti)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.