Serie C | In Campania rimpianti e delusione. Casertana – Catanzaro 2-1

300

Amara battuta d’arresto per la squadra di Dionigi ko al Pinto nonostante la superiorità numerica per gran parte dell’incontro 

Sotto l’albero un’amara battuta d’arresto: al “Pinto” di Caserta il Catanzaro raccoglie solo rimpianti terminando la gara con un uomo in più ma con una rete in meno nel punteggio rispetto ai padroni di casa. Finisce 2-1 per i falchetti grazie alle reti di Turchetta e D’Anna e al gol del momentaneo pareggio siglato da Falcone. Per le aquile si tratta di  uno stop inatteso che spezza la striscia di risultati utili consecutivi inaugurata a fine novembre nel recupero contro la Sicula Leonzio e sottolinea le tante difficoltà legate all’emergenza infortuni.
CRONACA – Tutto come ampiamente previsto nelle fila giallorosse con Dionigi che sceglie Icardi per la corsia di destra a centrocampo e rilancia la coppia Falcone-Puntoriere davanti; nei rossoblù invece Finizio viene schierato dal primo minuto preferito a Lorenzini che invece si accomoda in panchina.
Primo Tempo – Gara vivace già nei primi minuti con entrambe le squadre propositive ed intenzionate a macinare gioco per offendere; l’avvio delle aquile però è ad handicap visto che al decimo minuto i padroni di casa riescono a trovare – a dir la verità senza neanche tanto sforzo – la rete del vantaggio: cross dalla destra di D’Anna, Turchetta approfitta della goffa copertura di Maita in gioco aereo e batte Nordi sul secondo palo. Sul pessimo terreno di gioco del “Pinto” le aquile provano a tessere la trama giusta per arrivare al pareggio ma fino alla mezzora il portiere dei falchetti Cardelli resta pressoché inoperoso; bello al ventinovesimo l’assist di prima intenzione di Falcone ma il beneficiario della giocata – il giovane Nicoletti – non riesce ad incrociare correttamente in aerea e spedisce la palla fuori. La Casertana si affida soprattutto al contropiede, forte della dinamo argentina Alfageme e del quasi sempre libero Turchetta; il Catanzaro invece agisce di manovrato affacciandosi con costanza nella metà campo avversaria e collezionando calci piazzati insidiosi e spesso dal limite: da uno di questi arriva il gol del pareggio firmato da Falcone, una traiettoria lenta – ma sporcata quanto basta da una deviazione della barriera – che sorprende Cardelli e si insacca poco prima dell’intervallo.
Secondo Tempo – Stessi ventidue ad inizio ripresa con, al settimo, il brivido di una rete annullata ai falchetti: Turchetta  dalla sinistra trova lo spazio per mettere al centro un pallone velenoso, Alfageme ci mette una zampa da posizione centrale ma l’arbitro Volpi annulla giustamente per fuorigioco. I campani però continuano a creare problemi in velocità e sugli sviluppi di una ripartenza D’Anna viene atterrato senza tanti complimenti in area da Sirri; l’arbitro non ha dubbi: è rigore e nonostante l’errore dal dischetto di Turchetta (para Nordi) la difesa resta immobile consentendo allo stesso D’Anna un facile tap-in per il raddoppio. Dionigi decide quindi di dare un volto più offensivo alla squadra inserendo Kanis e Lukanovic al posto di Riggio e Puntoriere e varando il ritorno in campo dell’atteso Letizia (fuori Icardi). A dare una mano alle aquile ci pensa al settantesimo Alfageme che, per un brutto intervento da dietro su Spighi, si becca un ingenuo rosso diretto finendo anzitempo negli spogliatoi (poco dopo ci finirà anche l’allenatore D’Angelo per proteste): la superiorità numerica non sposta però gli equilibri e nei venti minuti successivi poco o niente accade dalle parti del portiere casertano. Quasi sette i minuti giocati oltre il novantesimo: al triplice fischio a sorridere sono solo i campani.

CASERTANA-CATANZARO 2-1

Marcatori: 10′ Turchetta 45′ Falcone 19’st D’Anna

CASERTANA (3-4-1-2): Cardelli; Rainone, Finizio, Polak; D’Anna, Rajcic, De Rose, De Marco (15’st Marotta); Carriero; Turchetta (26’st Turchetta), Alfageme. A disposizione: Avella, Gragnaniello, Forte, Padovan, Cigliano, Santoro, Minale, Tripicchio, Colli. All: D’Angelo

CATANZARO (3-4-1-2): Nordi; Riggio (23’st Kanis), Di Nunzio, Sirri; Zanini, Maita (12’st Van Ransbeeck), Icardi (26’st Letizia), Nicoletti (26’st Imperiale); Puntoriere (23’st Lukanovic), Spighi, Falcone. A disposizione: Marcantognini, Benedetti, Infantini, Letizia, Imperiale, Anastasi. All: Dionigi

Arbitro: Volpi di Arezzo Assistenti: Colizzi-Guglielmi di Albano Laziale

Note: Spettatori 1500 un centinaio giallorossi. Ammoniti: Icardi, Riggio, Puntoriere, Maita Espulso Alfageme

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.