SERIE D | CITTANOVESE: IL 2017 E’ STATO DAVVERO STRAORDINARIO

293

Il 2017 è stato un anno davvero straordinario per i colori giallorossi”. È un Domenico Zito emozionato quello che si presenta ai microfoni dei cronisti per la conferenza stampa di fine anno. Il tecnico della Cittanovese, giovedì scorso, ha voluto salutare tifosi e tesserati facendo un resoconto appassionato degli ultimi mesi di lavoro.

È stato un susseguirsi di emozioni – ha ricordato l’allenatore – iniziato con l’approdo in Serie D e proseguito con la crescita collettiva di una Società e di un progetto tecnico sempre più all’altezza della categoria interregionale. Ad agosto, com’è ben noto, attorno alla Cittanovese c’era scetticismo. Per via dell’inesperienza dirigenziale, della rosa giovane e del mister alla prima assoluta in D. Dopo un inizio non proficuo, tuttavia, siamo riusciti a centrare i primi risultati importanti. Questo grazie alla serietà di tutte le componenti e al duro lavoro sul campo. Le vittorie su Messina, Vibonese, Isola, Sancataldese, Gela ed Acireale hanno certificato, di volta in volta, i nostri progressi, contribuendo a far crescere l’entusiasmo all’interno del gruppo e nell’ambiente giallorosso. Alcune cose – ha proseguito Zito – rimarranno indelebili nella memoria di tutti noi. Cose belle, che si cristallizzano nei 26 punti conquistati nel girone d’andata del Campionato. Un bottino – ha scandito il tecnico – che va oltre le più rosee aspettative”.

Quali sono i rammarichi dopo cinque mesi di Serie D?

Ripeto, siamo andati oltre le più rosee aspettative – ha puntualizzato l’allenatore della Cittanovese – anche se, ovviamente, le lacune ci sono state. Avrei voluto vedere maggiore determinazione sotto porta. Ma è un dettaglio su cui lavoreremo. Ci sono poi alcuni risultati, come il pareggio ad Eboli e la sconfitta a Nocera, che ci hanno penalizzati per quanto fatto vedere. La nota davvero negativa, però, è stata la sconfitta interna contro il Portici. Lì abbiamo sbagliato troppo, perdendo di vista la nostra identità. Questi i rammarichi. Da valutare, comunque, all’interno di un quadro altamente positivo”.

Quali dovranno essere i concetti da sviluppare nel 2018?

La premessa – ha chiosato Domenico Zito – è questa: la Cittanovese proviene da una prima parte di stagione assolutamente positiva. Detto questo, noi dovremo continuare a lavorare con serietà e spirito di sacrificio, rimanendo con i piedi per terra. Mancano quattordici punti alla quota salvezza e prima li facciamo e meglio è. Se restiamo umili, sono certo, arriveranno altre soddisfazioni. Ma voglio ribadire ancora una volta un concetto. Se questa squadra si salverà, dovesse avvenire all’ultima giornata, sarà stato comunque un miracolo sportivo. Ricordo bene quando ad agosto nessuno voleva venire a giocare a Cittanova. Siamo stati noi, a partire dai calciatori, a guadagnarci a suon di risultati e prestazioni la stima di tutti. Raggiungiamo l’obiettivo e avremo scritto una pagina bellissima di storia calcistica”.

Quest’anno si chiude con l’entusiasmo dilagante dei tifosi. Che messaggio si sente di consegnare ai sostenitori giallorossi?

Nei giorni scorsi abbiamo ascoltato il saluto istituzionale del sindaco di Cittanova – ha ricordato l’allenatore – e dalle sue parole è stato facile trarre nuovo stimolo e nuovo entusiasmo. Aver coinvolto un’intera Comunità cittadina in un progetto sportivo è motivo di orgoglio. Onoreremo questi colori fino all’ultima giornata di Campionato. Il giallo e il rosso sono, ormai, la nostra seconda pelle. Ai tifosi, ai collaboratori, ai dirigenti, agli sponsor, a tutti i cittanovesi rivolgo un grazie di cuore. Con il loro entusiasmo e il loro impegno siamo arrivati nel calcio interregionale da protagonisti. A tutti loro rivolgo i più sinceri auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo. Forza Cittanovese”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.