Lun. Mag 10th, 2021

Il Corsecom, struttura che racchiude le associazioni e i club service della Locride, ormai da anni punto di riferimento del territorio prepara il rilancio della sua attività puntando essenzialmente su alcuni problemi non piu’ dilazionabili. La struttura nata soprattutto per stimolare gli organismi istituzionali alla soluzione dei gravissimi problemi che opprimono l’intero comprensorio è forte della convinzione prioritaria che non mancano le potenzialità naturali che potrebbero dare anche notevoli impulsi economici ma mancano piuttosto i giusti imput per dare vita ad uno sviluppo che si attende inutilmente da anni. Per questo motivo il suo esecutivo si è riunito nei giorni scorsi presso i locali della Dafne – società di servizi cittadina – per programmare il rinnovo dei suoi organi direzionali e per mettere a punto una nuova strategia programmatica. All’incontro erano presenti quasi tutti i responsabili della varia aree tematiche oggi coordinate dal presidente Mario Diano, ovvero Giuseppe Ventra, Marcello Attisano, Salvatore Agostino, Edmondo Crupi, Pasquale Antico. E’ stato lo stesso Mario Diano a sviluppare una corposa relazione sul grande lavoro fatto negli ultimi anni dal Corsecom che sta agendo, soprattutto in quest’ultimo periodo, in stretta collaborazione con la Cooperativa degli albergatori turistici della Jonica Holdays . Diano ha tenuto a ribadire che l’attività del Corsecom è improntata sulla concretezza operativa ed è finalizzata a far “svegliare” dal torpore non solo gli organismi istituzionali, compresi gli stessi rappresentanti di molti Comuni della Locride oltre a quelli della Regione Calabria, ma anche gli stessi cittadini che vengono invitati ad essere maggiormente partecipi alle problematiche del loro territorio. Tra i principale argomenti trattati il problema della sanità nella Locride, la necessità di insistere sull’allungamento della nuova SS. 106 , l’importanza che venga ripristinata la Diga di Siderno, l’opportunità che si guardi al turismo in maniera diversa e piu’ produttiva, ma anche problemi piu’ spiccioli che spesso vengono trascurati ma che sono parte essenziale dello sviluppo del territorio. E, quanto prima –ha aggiunto Mario Diano saranno portati all’attenzione dell’assemblea e fatte condividere da tantissime associazioni operanti sul territorio le varie priorità che saranno oggetto di una nuova serrata iniziativa del Corsecom a partire dal prossimo mese di gennaio. Nel corso della riunione è stato deciso anche di dare maggiore spazio alle organizzazioni giovanili in un territorio dove, purtroppo, la mancanza di prospettive sta costringendo proprio i giovani a pensare ad un loro futuro lontano dalla Calabria. All’’incontro ritenuto abbastanza positivo farà seguito una assemblea che avrà luogo subito dopo l’epifania per mettere a punto la nuova strategia operativa del Corsecom.

Aristide Bava

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.