Dom. Mag 16th, 2021

Il fortissimo vento ha provocato una situazione drammatica in Calabria nella notte: un morto vicino Crotone, criticità in tutta la Regione con centinaia di interventi dei vigili del fuoco

Il fortissimo vento di maestrale che soffia ad una media superiore di 100 km/h, con raffiche che arrivano a 170 km/h,  per tutta la notte ha flagellato la Calabria  e purtroppo ha provocato anche una vittima. Un uomo ha perso la vita nel Comune di Mesoraca in provincia di Crotone cadendo dal tetto dell’edificio dove abita il fratello. La vittima era salita sul tetto dell’edificio per verificare i danni del vento che aveva scoperchiato il tetto.  L’uomo è caduto per aver perso l’equilibrio dopo essere stato investito da una forte raffica di vento. La vittima dopo il trasporto all’ospedale di Catanzaro è deceduto.

Danni ingenti si registrano a strutture pubbliche e private in tutta la fascia jonica Catanzarese e Reggina, con il palazzetto dello sport di Botricello scoperchiato, diverse case danneggiate e problemi per la circolazione stradale e ferroviaria. Decine di interventi dei Pompieri nella locride dove diversi alberi sono caduti lungo la strada statale s. S. 106,  pali della pubblica illuminazione letteralmente abbattuti,  a Siderno diversi semafori ed insegne divelte,  a Roccella soni stati segnalati massi che staccati dalla rupe del castello sono finiti su abitazioni. Sempre nella cittadina jonica un tetto composto da pannelli solari è letteralmente volato via finendo la sua corsa sulla piazzetta primavera e danneggiando anche alcune autovetture parcheggiate.   A Stignano a causa della caduta di pali del servizio elettrico è mancata l’erogazione di corrente per diverse ore.  A Gioiosa Jonica alcune tettorie sono volate via,  per fortuna senza provocare ulteriori danni.  A Bovalino si registrano molti danneggiamenti ai pali della segnaletica stradale e ad autovetture parcheggiate in corso Umberto.  In alcuni paesi interni della locride si è interrotta anche l’erogazione di acqua potabile a causa del blocco dei motori di pompaggio. Molte strade provinciali,  allo stato attuale,  risultano impercorribili a causa di piccole frane e detriti che interrompono in molti tratti la circolazione.  A Locri un uomo è rimasto lievemente ferito perché colpito da un vaso caduto da un balcone,  mentre a Siderno si registrano cadute di alcuni pezzi di cornicioni e marmi sul corso della Repubblica,  in una frazione di Siderno superiore una casa privata è rimasta senza tetto.  Mentre. A Bivongi nella vallata dello Stilato una frana ha coinvolto la strada che collega al centro cittadino ed alcuni pali di luce e telefono.

Molti disagi,  come dicevamo, anche in provincia di Catanzaro. Ingenti i danni a Botricello, dove il palazzetto dello sport e’ stato scoperchiato, danni al tetto della piscina comunale, diverse case scoperchiate e decine di alberi abbattuti, con pericoli anche per i cavi della corrente elettrica tranciati. Attimi di tensione nel pomeriggio per i danni nella zona della scuola elementare e media.  Nel plesso c’erano cento studenti con rispettivi insegnati e personale Ata. Per alcuni bambini e’ stato necessario l’intervento della polizia locale che ha provveduto ad accompagnarli a casa per evitare che corressero ulteriori rischi nello scuolabus. Vento forte e pioggia su tutto il cosentino. Lavoro incessante per i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza diverse strutture e liberato strade da alberi caduti o pericolanti, pali della luce danneggiati e cartelli stradali divelti. In particolare, ad Altomonte il forte vento ha scoperchiato un edificio scolastico. Carabinieri e vigili del fuoco hanno fatto evacuare ieri per sicurezza, una scuola con circa 150 alunni.

Le forti raffiche di vento che, nelle ultime ore, stanno interessando le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone hanno causato anche danni alle linee elettriche a causa di alberi abbattuti o altro materiale divelto dal forte vento. Il personale di e-distribuzione, la societa’ del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, sta gia’ operando per individuare e riparare le linee danneggiate. E’ stata sospesa anche la circolazione ferroviaria fra Simeri e Catanzaro Lido sulla linea Crotone-Catanzaro, per la presenza di cavi del Gestore elettrico nazionale sulla sede ferroviaria. I tecnici sono al lavoro mentre e’ stato chiesto un servizio sostitutivo con autobus. A causa del forte vento, anche l’Anas, in via precauzionale, ha chiuso provvisoriamente al traffico alcuni tratti di strada. La protezione civile regionale e’ intervenuta ieri pomeriggio anche alla Cittadella regionale in localita’ Germaneto di Catanzaro, sede della Giunta regionale, per consentire ai dipendenti di raggiungere il parcheggio senza rischiare di essere fatti cadere dal vento forte. Oggi Giovedi’ 18 gennaio, le scuole di ogni ordine e grado in alcuni comuni,  su decisione dei sindaci,  rimarranno chiuse per ragioni di prevenzione e sicurezza. Lo comunicano le amministrazioni comunali, a causa del bollettino diramato dalla Protezione civile, che prevede anche per oggi forti raffiche di vento, anche se il peggio sembra passato

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.