Bruzzano Zeffirio (Rc): Il sindaco Franco Cuzzola non ci sta. Dopo avere letto le dichiarazioni del Garante Antonio Marziale

563

Il sindaco non ci sta

Bruzzano Zeffirio – Il sindaco Franco Cuzzola non ci sta. Dopo avere letto le dichiarazioni del Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Antonio Marziale, relative all’edificio scolastico si dice “stupito ed amareggiato”. Il primo cittadino contesta quanto dichiarato da Marziale quando questi si dice “indignato per un atteggiamento che potrebbe essere risolto – con riferimento alle condizioni (“devastato internamente ed esternamente dall’umidità”) dell’edificio scolastico – con un intervento di ordinaria amministrazione”. Cuzzola ci ha dichiarato che nei prossimi giorni renderà personalmente conto sullo status dell’edificio che ospita gli alunni e che fa parte dell’Istituto comprensivo Brancaleone – Africo, convocando una assemblea delle mamme che saranno invitate a verificare “de visu” le condizioni della scuola. A sostegno della sua tesi il sindaco – con una lettera inviata al dirigente scolastico Giuseppe Romeo, al Garante per l’infanzia Antonio Marziale e al Prefetto Di Bari – aveva messo in evidenza, tra l’altro, la “manutenzione ordinaria e straordinaria del plesso scolastico”. “Mi preme sottolineare – scriveva il sindaco – che gli adempimenti a carico del Comune che rappresento sono stati sempre eseguiti (vedi da ultimo impermeabilizzazione di tutto il tetto dell’edificio di circa 1100 mq., con fondi del bilancio comunale) ed è stata, inoltre, avviata la procedura di verifica strutturale dell’edificio scolastico”. Il sindaco chiarisce anche un altro lato contestato: quello dell’igiene. “Vorrei ricordare al Dirigente – affermava – che la pulizia dei locali scolastici non deve essere eseguita da personale dipendente del Comune, bensì dal personale ATA in servizio presso gli istituti scolastici e dalla ditta di pulizia alle dirette dipendenze della scuola stessa”. E quindi “suggerisce” “una maggiore vigilanza dei propri dipendenti tutti e del personale della ditta affidataria del servizio di pulizia, al fine di poter accertare lo svolgimento delle mansioni atte a garantire pulizia e salubrità agli ambienti”.

Pietro Parisi  – GAZZETTADELSUD

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.