Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La inutile e stupida umiliazione inflitta a Federica Roccisano

181

Non è chiaro se la nota stampa con cui Mario Oliverio ha defenestrato Federica Roccisano sia stata partorita nell’ambito del suo cerchio magico politico o dal suo ben finanziato staff di comunicazione e marketing. Il risultato è, in ogni caso, una inutile, stupida e cattiva umiliazione inflitta all’ormai ex assessore al Lavoro che – a questo punto – è obbligata a rispondere per le rime conoscendo dall’interno fatti e (eventuali) misfatti.

Un autogol politico e comunicativo per il presidente della Regione Calabria. Che senso ha – come ha fatto Oliverio nel comunicato ufficiale pubblicato sul sito della Regione – sottolineare che “nei mesi scorsi su alcune problematiche di particolare rilevanza sociale sono emersi limiti ed insufficienze nella conduzione dell’assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali che hanno contribuito ad alimentare, in diverse circostanze, un clima di tensione sociale”, aggiungendo, inoltre, che “diverse  sono state le vicende che hanno reso necessaria l’assunzione delle problematiche in prima persona da parte del Presidente della Giunta”?

Che senso ha, caro Mario, dire che la Roccisano è un disastro se te la sei tenuta per due anni e mezzo? Che senso ha umiliarla in questo modo – ammesso che sia vero quello che tu dici, e molti ne dubitano – quando bastava dire una qualunque stronzata che si usa in questi casi, “è venuta meno la sintonia politica”, “è mancato il rapporto di fiducia”, “la disoccupazione arranca”, eccetera eccetera. Lo sanno tutti che a chiederti la sua testa è stato chi l’aveva sponsorizzata, Sebi Romeo, una volta che Federica ha fatto capire che il ruolo di burattino non le si addiceva. Ma sono cose che in politica accadono. Due parole di circostanza e sarebbe finita lì, al massimo qualche lacrimuccia.

Invece, caro Mario, hai calcato la penna. Il risultato è che a ridosso della campagna elettorale Federica non è solo dispiaciuta: dopo la stupida umiliazione che le hai voluto infliggere è proprio incazzata. E, come tu sai, lei conosce le vicende e i retroscena, ed è credibile proprio perché è stata con te per due anni e mezzo nella stanza dei bottoni.

Se hai deciso tu di farla incazzare inutilmente, hai perso di lucidità. Se te lo ha suggerito il tuo cerchio magico, è ora di riporre la tua fiducia altrove. Se te lo ha suggerito il tuo staff di comunicatori, di’ loro di mandare la fattura a quelli dell’opposizione: la pagheranno volentieri.

Scirocco

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.