Mar. Mag 11th, 2021

Due persone arrestate, otto denunciate, armi, munizioni e refurtiva rivenute, questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri assieme ai Cacciatori Calabria.
Nell’ultimo week end sono stati effettuati controlli a tappeto nelle aree più “sensibili” dei maggiori centri della locride, nonché rastrellamenti nelle aree rurali delle zone pre-aspromontane. I Carabinieri hanno eseguito numerose perquisizione personali, veicolari e domiciliari. Hanno effettuato diversi posti di blocco ed hanno altresì proceduto al controllo persone e veicoli nelle aree oggetto dell’incremento di episodi criminali.
In tale contesto:
 i Carabinieri della Stazione di Locri hanno arrestato CORDÌ Antonio (foto intro)31enne del posto, appartenente all’omonima cosca di ‘ndrangheta, destinatario di un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria. L’uomo, che attualmente era sottoposto ala misura di sicurezza della libertà vigilata, dovrà scontare un residuo pena poiché riconosciuto colpevole di associazione di tipo mafioso e ricettazione connessa ad attività mafiosa;
 i Carabinieri della Stazione di Mammola hanno arrestato TERLIZZI Nicodemo (foto in basso), 48enne del posto, destinatario di in ordine di esecuzione pena in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova, dovendo scontare una pena per tentata truffa;

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.