Calcio a 5 – Serie C2 | Locri superstar. Davoli si riprende il secondo posto

406

Non bastano gli aggettivi per magnificare un Locri che, continua a fare corsa a sé avvicinandosi sempre di più al traguardo matematico della C1. Così come accaduto all’andata la Ludos, deve cedere i tre punti ad Orlando e compagni impeccabili nel blindare il risultato nel primo tempo. Diventa sempre più avvincente la lotta per la zona playoff che, in questa giornata, propone un nuovo cambio della guardia sul secondo gradino riconquistato dalla Davoli academy. Al termine di una gara molto tirata il quintetto soveratese beffa la Florentiana grazie all’estroso Raffaele in rete ad un minuto dal termine. Prestigiosa vittoria del Rombiolo dilagante contro i vicini di casa del Futsal Club Filadelfia in una sfida in parziale equilibrio solo nella prima parte di gara. Questo successo allontana sempre di più il Rombiolo dalla zona playout portandolo a ridosso della quinta posizione. Il Filadelfia, invece, perde il posto d’onore venendo anche agganciata al terzo posto dal Vibo. Come premesso, giornata di gloria per i ragazzi di mister Lo Bianco che tornano dalla difficile trasferta sul campo della PGS Aurora Gallico con il massimo dei bottini rilanciando le proprie ambizioni di podio di contro inguaiando il team reggino risucchiato nella zona playout. Rombiolo FC Filadelfia schierateRombiolo FC Filadelfia schierateNella sfida tra le potenziali candidate agli spareggi playoff Costa del Lione e Zefhir/Reggio, si annullano restando divise in classifica da un punto. In questo match all’iniziale partenza sprint dei padroni di casa ha fatto seguito il lento e proficuo recupero dei reggini in serie positiva da quasi tre mesi. Nelle due gare in chiave salvezza colpi esterni di Pol. Cittanova e FF. Siderno. La Pol. Cittanova assesta forse un colpo decisivo alle speranze Xenium di restare agganciata al treno playout. La squadra villese confermando la propria fragilità difensiva soccombe di una rete di scarto ad un Cittanova che torna a rivedere la luce. Duro colpo anche per le chance di risalire la classifica della Pol. Molochiese, In una sorta di spareggio contro la rediviva Fantastic five Siderno i rossoblù, dopo l’iniziale vantaggio, cedono di schianto subendo un pesante passivo.

LOCRI – LUDOS 5 – 3

Marcatori: 21’ Rappocciolo (LO), 27’ Quattrone (LU), 29’ Parrinello (LO), 32’ Orlando (LO), 34’ Longo (LO), 35’ Calabrese (LO), 40’ Quattrone (LU), 59’ Catanese (LU)

Locri ludos salutiLocri ludos salutiUna super vittoria del Locri proietta la squadra del presidente Puro verso il rettilineo finale della vittoria del campionato di serie C2 di futsal. La partita di oggi è stata molto entusiasmante e ben giocata dai ragazzi di mister Ferrara, dopo un inizio con occasioni da ambo le parti, al ventesimo ci pensa il bomber Rappocciolo a portare la sua squadra in vantaggio su tiro libero, pochi minuti però Quattrone sempre su tiro libero pareggia il match, nel final di primo tempo ci pensa un rinato Parrinello a siglare la rete del vantaggio amaranto. Nella ripresa la squadra costruita magistralmente dal diesse Alia spinge subito forte e trova i gol sicurezza con Orlando, Longo e Calabrese al termine di belle azioni di squadra. Mister Ferrara dalla panchina guida i suoi e ci sono rotazioni per tutti gli effettivi in distinta. Quattrone e Catanese accorciano il risultano ma non creano disturbi esosi alla retroguardia amaranto, da segnalare un bel rigore parato da Paviglianiti a metà della ripresa. Ora la squadra locrese guida il campionato con ben 15 punti di vantaggio sulla seconda in classifica a 6 giornata dal termine, si attende la matematica per festeggiare una grande impresa sportiva. (a.s. Locri futsal)

FLORENTIANA – DAVOLI ACADEMY 1 – 2

Marcatori: 4’ Raffaele (DA), 25’ Marino (FL), 59’ Raffaele (DA)

PGS AURORA GALLICO – VIBO C5 4 – 5

Marcatori: Crisalli (2), Pintomalli, Condello per la PGS. Mandarano (3), Paternò, Marchio per il Vibo

PGS ViboPGS ViboRigore sacrosanto non concesso all’Aurora e, pochi minuti dopo, nessuna remora a concederne uno al Vibo, chiudendo di fatto lì la contesa. E’ sostanzialmente questo il succo di Aurora-Vibo, una partita bella e combattuta rovinata purtroppo da Scaramozzino di Locri, perchè chiamarlo ‘signor’ sarebbe troppo. Una direzione di gara pessima, condita anche da una poca conoscenza del regolamento visto che, in seguito all’espulsione di un giocatore giallonero in occasione del rigore poi realizzato dai vibonesi, il solito Scaramozzino obbligava la squadra di casa a fare uscire un uomo nonostante il gol subito, salvo poi ritornare goffamente sui suoi passi. Un festival degli errori che fa da contraltare da un match entusiasmante e combattuto, capace di regalare emozioni da una parte e dall’altra. Dopo un buon inizio di marca Aurora, Mandarano rompe gli indugi e regala il vantaggio al Vibo. I gialloneri non ci stanno e provano a testa bassa a riequilibrare le sorti dell’incontro, ma la sfortuna non gli sorride. Su un azione ben manovrata da Crisalli, Condello colpisce il palo a portiere battuto, lanciando incolpevolmente la ripartenza avversaria conclusa con il 2-0. Crisalli riapre i giochi su punizione freddando Carrera, ma sempre Mandarano ristabilisce la parità prima dell’intervallo. Nella ripresa scende in campo un’altra Aurora che segna subito il 2-3 con Condello. La pressione dei gialloneri è estenuante, ma ci pensa Scaramozzino ad evitare il possibile pari, evitando di vedere un solare rigore su Branca colpito in uscita dal portiere avversario. Marchio Salvatore ViboMarchio Salvatore ViboInnervositi dalla pessima direzione arbitrale, i padroni di casa subiscono il 4-2 su punizione, ma reagiscono immediatamente siglando il 3-4 con il solito Crisalli. A questo punto ci pensa ancora l’arbitro a incidere sulla gara, fischiando senza remore un rigore al Vibo ed espellendo per proteste un giocatore giallonero. Subito il 3-5, dalla panchina viene subito riequilibrata la parità numerica, ma qualcosa non torna all’attentissimo Scaramozzino, che rimanda indietro il giocatore vista l’espulsione comminata poco prima. Peccato però che da regolamento, subito il gol, la squadra possa far entrare un altro giocatore, regola forse sconosciuta all’arbitro. Nel finale, il gol di Pintomalli serve solo a fissare il punteggio finale sul 4-5 a favore del Vibo. Le polemiche non servono a nulla, lo si sente ripetere spesso, ma ci si aspetta almeno di trovarsi sulla propria strada un arbitro che sappia le regole del gioco che dirige. In caso contrario, consigliamo un bel ripasso. (a.s. Erneto Branca)

ROMBIOLO – FUTSAL CLUB FILADELFIA 7 – 3

Marcatori: 6’ Falduto, 11’ Elia (FCF), 12’ e 36’ P. Porretta, 48’ Valia (FCF), 49’ Lo Schiavo, 58’ Bagnato, 59’ Lo Schiavo, 60’ Simari, 61’ Panzarella (FCF)

Rombiolo esulta Rombiolo esultaContinua il magic-moment del Rombiolo che inanella la seconda vittoria consecutiva di grande prestigio nel derby vibonese con il Filadelfia. Ricordiamo che il Rombiolo era reduce della vittoriosa trasferta reggina contro la Ludos, quinta forza del campionato, e nella partita odierna si è ripetuta contro la seconda in classifica. Partita bella giocata a viso aperto contro una squadra, quella di mister Rondinelli che viaggia costantemente nei posti alti della classifica. Partita vinta meritatamente dalla squadra rombiolese che non ha mai messo in discussione la propria supremazia. Il Filadelfia ci ha provato nel primo tempo a restare in partita, nella ripresa poi c’è stato il netto predominio del Rombiolo che ha conquistato i tre punti fondamentali che visti gli altri risultati lo proiettano addirittura a solo due lunghezze dalla zona play-off. Come detto parte forte il Rombiolo che mette sotto i ragazzi di Filadelfia, Lo Schiavo e compagni sembrano da subito belli pimpanti. Da segnalare che il Rombiolo dopo la squalifica clamorosa inferta a Russo (si farà ricorso) perde all’ultimo minuto anche Callipo. Quindi piena emergenza per Mister Maccarrone che oggi in campo ha portato quattro juniorers. Ma sono proprio i ragazzini del Rombiolo a dare la spinta in più. Al 6′ arriva il vantaggio del Rombiolo con lo spunto vincente di Falduto che con un tocco di esterno ha superato il portiere ospite. Il Filadelfia prova a reagire ma sbatte contro Petrolo che ferma due belle conclusioni. Rombiolo RombioloIl Rombiolo prova a raddoppiare e ci va vicino con Lo Schiavo e Simari. All’11’ arriva il pari su un tiro-cross di Buccinà che beffa Petrolo, non esente da colpe. Ma poi il portierone Rombiolese si riscatterà alla grande durante tutto l’incontro. Il nuovo equilibrio dura però solo un’istante, il tempo di una bellissima azione sull’asse Bagnato-Porretta Pietro, con quest’ultimo che mette il pallone alle spalle del portiere ospite. Durante tutto il tempo rimanente prima del fischio finale del primo tempo è un susseguirsi di emozioni sia su un fronte sia sull’altro, con protagonisti i due portieri, bravissimi a sventare gli attacchi dell’una e dell’altra squadra. Ripresa che parte a tutta, con il Filadelfia che cerca il pari ed il Rombiolo che di rimessa, ma anche con un bel possesso palla, mette in apprensione la difesa ospite. Proprio su una ripartenza arriva la terza rete del Rombiolo con ancora Pietro Porretta che concretizza ancora un passaggio meraviglioso di Bagnato. Il Filadelfia ferito prova a reagire ma sbatte contro un’insuperabile Petrolo che sventa anche un tiro libero al 47′. Un minuto dopo però Valia prova a rimettere i suoi in avvicinamento, ma i sogni di pareggio durano solo un minuto, perchè al 48′ Lo Schiavo si inventa un gol dei suoi con una splendida rovesciata. Qui scompare il Filadelfia ed inizia o per meglio dire continua lo show del Rombiolo che mette alle corte con continui attacchi gli ospiti. Negli ultimi tre minuti il Rombiolo va in rete altre tre volte con Bagnato, meraviglioso il suo gol, ancora Lo Schiavo e poi il sempre presente Simari. Trova spazio all’ultimo respiro Panzarella che mette in rete la terza rete per il Filadelfia, ma ormai la partita è finita ed il Rombiolo può esultare di gioia. Ora la testa, per il Rombiolo è già proiettata verso il prossimo impegno in casa della Fantastic Siderno e sognare ancora si può e si deve. (a.s. Pasquale Maiorano)

COSTA DEL LIONE – ZEFHIR/REGGIO 2 – 2

Marcatori: 2’ Madonna (CL), 6’ Morabito (CL), 26’ Sarica (ZR), 37’ Dascola (ZR)

Costa lione Zefhir Reggio ingressoCosta lione Zefhir Reggio ingressoPomeriggio da vivere in un clima di sano sport ed amicizia al Comunale di Gizzeria, dove arrivano i reggini a caccia di un pass per i play off e dove i padroni di casa non vogliono più cedere punti. Ospiti in serie positiva da nove giornate e falernesi che non conoscono vittoria da quasi un mese avendo raccolto un solo punto in tre partite. Si parte ed in pochi minuti i rossi di mister Pellegrino tramortiscono i rivali con un uno-due fulminante. Al 2° ci pensa Madonna, che trova una deviazione volante col sinistro su una incursione centrale di Floro. 1 a 0. Un minuto dopo l’estremo difensore si presenta con una prodezza respingendo il tiro al volo di Floro su assist di Madonna. Al 6° è ancora Madonna, nelle vesti dei assist-man, a servire Morabito che con un potente tiro trafigge l’incolpevole Tamiro. 2 a 0. Al 13° i padroni di casa mettono in campo la “Cantera”, con i quattro di movimento appartenenti alle categorie Allievi e Juniores, che reggono bene il confronto contro i quotati avversari, anzi, dopo essersi esposti con una traversa di Dieni, rischiano di arrotondare il punteggio con Bassarelli che non trova la porta su invito di Mantuano dopo un fulmineo contropiede. Dopo sette minuti, il coach rimette l’esperienza in campo, ma questa non basta a nascondere l’inesperienza del direttore di gara che fischia un fallo inventato al 25°, il sesto di una serie discutibile. Dopo un minuto trasforma Sarica. 2 a 1. I padroni di casa giocano i restanti sei minuto con il portiere di movimento e dopo una bella serie di incroci, al 29°, Mantuano non trova l’angolo a tu per tu con Tamiro. Sul ribaltamento di fronte, Minieri si esibisce in un intervento da vero numero uno. Costa lione Zefhir Reggio schierateCosta lione Zefhir Reggio schierateAl 30° l’estremo difensore ospite si supera e strozza l’urlo in gola al Capitano dei falernesi negandogli la rete. Dopo due minuti di recupero il giudice di gara manda le squadre al riposo. Il secondo tempo è iniziato da trenta secondi quando Madonna prova un diagonale potente e preciso ma ancora Tamiro ricomincia come aveva finito. Al 4° è su Floro che il portiere avversario risponde ancora da campione in tuffo alto. Al 7° sono così gli ospiti a passare, Dascola ha il tempo di preparare ed incrociare il diagonale velenoso che beffa difesa e Crialesi. 2 a 2. Il resto della partita si gioca ad una porta ma i rimpianti si moltiplicano minuto dopo minuto. Al 41° su diagonale di Morabito c’è la finta di Minieri ma la palla sfiora il palo, al 47° appoggio di Floro e Mantuano sfiora solamente col tacco sempre a fil di palo, al 50° è Floro a complimentarsi con l’estremo difensore per un intervento eccezionale su tiro all’angolo alto, un minuto dopo su palla in area di Madonna è Mantuano a provare di testa non centrando la porta, al 53° vanno vicino al colpaccio gli ospiti che provano con Stuppino a sorprendere Crialesi, pronto alla deviazione di piede. Al 58° Tamiro para anche il tiro libero di Madonna e un minuto più tardi chiude letteralmente la propria porta sul diagonale a colpo sicuro di Floro. Forse in gare come questa, dove i punti non sono così scontati, anche i giudici di gara dovrebbero essere all’altezza del valore delle compagini, ma si pensa che, con Società sempre presenti nelle prime posizioni delle classifiche della coppa disciplina, ci si può avvalere anche di direttori con poca esperienza. (A.S. Costa del Lione C5)

XENIUM – POL. CITTANOVA 4 – 5

Marcatori: Bovalina (PC), Cannizzaro (XE), Iannò (XE), aut. Minoliti (PC), Maurici (PC), Benedetto (XE), Geraci (PC), Nava (PC), Iannò (XE)

Nava Giovanni CittanovaNava Giovanni CittanovaLe solite amnesie difensive condannano la Xenium alla tredicesima sconfitta stagionale continuando a relegarla mestamente in fondo alla graduatoria. Contro la Pol. Cittanova diretta rivale in chiave salvezza, occorreva centrare i tre punti cosa che, Iannò e compagni hanno cercato con la solita generosità di ottenere approcciandosi con determinazione al match. I locali, infatti, diventano da subito audaci colpendo un palo prima di subire da Bovalina la rete dello svantaggio. La Xenium non si deprime e dopo avere colpito un nuovo legno pareggia il conto con Cannizzaro chiudendo di fatto il primo tempo. In avvio di ripresa Iannò porta in vantaggio la Xenium ma, la sfortunata autorete di Minoliti consente agli ospiti di pareggiare e successivamente con cinismo rimettere la freccia del sorpasso con Maurici. Con la consueta prodigalità i padroni di casa si riversano in avanti tornando in partita con la rete di Benedetto. L’illusione di potere battere gli avversari dura poco infatti, Geraci prima e Nava dopo imprimo la decisiva accelerazione rendendo vano il terzo gol firmato Iannò.

 

POL. MOLOCHIESE – FANTASTIC FIVE SIDERNO 1 – 5

Marcatori: A. Mammola (PM), Frascà, Errigo, Cajal, Fiorenza, Errigo

Cajal Max laterale FF SidernoCajal Max laterale FF SidernoFilm già visto e rivisto ormai tante, troppe volte!!! Molochiese che attacca creando numerosissime palle gol e sprecandone altrettante, squadra ospite che fa centro al primo tiro in porta. Nel primo tempo assedio dei padroni di casa che costringono il portiere avversario agli straordinari, colpiscono ben 3 legni e sciupano l’occasione per passare in vantaggio sbagliando un rigore col suo marcatore più prolifico Andrea Mammola. Finisce 0 a 0. Nella ripresa il monologo Molochiese continua ed è lo stesso Mammola al minuto 9 a portare la sua squadra in vantaggio. Finisce qui la partita della Polisportiva Molochiese, che da questo momento in avanti non riuscirà più a macinare gioco. Il Siderno ne approfitta e, con un doppio colpo, complice anche una doppia dormita colossale dei nostri, si porta addirittura sul risultato di 1 a 2 in pochi minuti. Il tentativo di reazione fallisce miseramente quando gli ospiti, al terzo tiro nello specchio della porta, allungano ancora. 1 a 3. A questo punto della gara, un incredulo mister Cucinotta si gioca il tutto per tutto schierando il portiere di movimento, ma i risultati sono disastrosi e il Siderno ne approfitta: 1 a 4 in ripartenza e definitivo 1 a 5 con un tiro dalla lunga distanza che si insacca a porta vuota. Giornata da cancellare per la Polisportiva Molochiese che adesso si ritrova a dover fare i conti con una classifica alquanto complicata. Ragazzi così non va. Bisogna fare un bagno di umiltà, lavorare tanto e restare uniti più che mai. Solo così si potrà ambire alla conquista di quei punti che servono per raggiungere l’obiettivo salvezza. Oggi si è persa una battaglia, ma la guerra non è ancora finita… Fino alla fine!!! (a.s. Pol. Molochiese).

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 20° GIORNATA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.