ECCELLENZA | IL LOCRI E’ INARRESTABILE. GUAI AI CALI DI TENSIONE

312

Capolista senza freni. La squadra amaranto è proiettata sul confronto contro il Trebisacce.

Dopo la convincente vittoria con il Cotronei il Locri si appresta ad un altro turno interno, che potrebbe portare ad un ulteriore consolidamento del solitario primato in classifica, che ora vede gli amaranto con ben nove punti di distacco sul Siderno. Sarà il Trebisacce a far visita agli uomini di Scorranto domenica prossima.
Oramai pare ai più che la corsa amaranto potrebbe effettivamente approdare nel torneo interregionale.
Domenica si è intanto fermata la parallela cavalcata di Giorgio Galluzzo: il giovane portiere (classe ’98) non prendeva gol dagli ultimi minuti delle nona di andata a Luzzi ed ha concluso l’imbattibilità con un nuovo record, per l’Eccellenza, di 901 minuti: ha fissato il nuovo record l’inzuccata di Maione, a 7′ dalla fine, su angolo di Mercuri; il record di Galluzzo costituisce certamente un ulteriore tassello di qualità nella stagione amaranto. Intanto ieri pomeriggio il Locri ha conosciuto la prossima avversaria in Coppa Italia: nella finale siciliana il Licata ha avuto la meglio, dopo i tempi supplementari, sul S. Agata e quindi gli agrigentini saranno gli avversari degli amaranto nella doppia sfida degli ottavi di finale: si tratterà di un impegno di grande prestigio per la squadra di Antonella Modafferi, considerando che la compagine siciliana ha calcato anche i campi della serie cadetta.
Per domenica non dovrebbero esserci defezioni ed oramai è apparso pienamente recuperato Michele Siano, mentre in attacco consueto imbarazzo della scelta per mister Scorrano, con Carbone, Puntoriere, Conversi e Iervasi tutti pronti per i due posti disponibili. Non mancano, inoltre, novità in ambito societario: la società si vuole allargare e pare vi siano già nuovi soci pronti a far parte della dirigenza.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.