ECCELLENZA | LOCRI LANCIATO VERSO LA D, MA NIENTE CALI

293

La capolista può amministrare 12 punti di vantaggio, a dieci giornate dalla fine. Gli amaranto concentrati anche sugli ottavi di Coppa contro il Licata (21-28 febbraio).

Dieci giornate alla fine del torneo di Eccellenza e praticamente il Locri ha ipotecato la prima piazza: la più prossima inseguitrice, il Siderno, è distanziata di ben dodici punti ed ancora più indietro ci sono il Cotronei, che domenica ha battuto proprio gli uomini di Galati, ed il Castrovillari dell’ex mister Ferraro, che ha impattato ad Amantea.

E’ chiaro che la matematica, con trenta punti ancora a disposizione, è lontana, ma il corso del torneo fin qui disputato ha segnato un supremazia continua dell’undici di mister Scorrano; i numeri degli amaranto sono impressionanti: 16 vittorie (di cui sette in trasferta), tre esterni e l’unica sconfitta della prima di campionato in casa con il Soriano, nonché l’attacco più prolifico con 35 reti e la miglior difesa con appena sette gol subiti, di cui tre su rigore. E’ di tutta evidenza che il lavoro estivo, con la costruzione di un organico di assoluta levatura per la categoria, ha pienamente pagato, tenendo altresì contro che anche di fronte a qualche defezione (Bruzzese infortunato e Khoris passato al Siderno nel mercato novembrino) la società si è immediatamente mossa e sono arrivati Tripodi per la fascia sinistra e Puntoriere in attacco. Pur se il pronostico per la vittoria finale parrebbe ormai scontato l’attenzione amaranto è sempre altissima e non ci saranno naturalmente cali di tono: lo ha detto il mister e lo ha ribadito il vertice societario.

Intanto si attende con una certa ansia il sorteggio per gli ottavi di Coppa Italia: l’avversario, come è noto  sarà il blasonato Licata. Come il Locri in testa all’Eccellenza siciliana orientale, ed il doppio confronto offrirà certamente un adeguato spettacolo: gli ultras amaranto stanno già organizzando la trasferta in terra siciliana, che si svolgerà il 21 o il 28 febbraio. Dipende dall’urna.

Intanto arriva la sesta di ritorno e si farà visita al Gallico Catona (gara che si giocherà sul campo neutro di Palmi), compagine di indubbio spessore tecnico e collocata subito al di sotto della zona playoff, a sole due lunghezze dalla quinta in classifica. I reggini di mister Misiti vengono dalla sconfitta di misura a Cutro e quindi vorranno riscattarsi nel turno interno, sperando anche in qualche “fermata” del quartetto playoff che li precede. Scorrano dovrebbe avere disponibile quasi l’intera rosa, con il presumibile recupero di Tripodi (egregiamente rimpiazzato da Guttà) e Dascoli domenica scorsa infortunati, mentre Conversi andrà valutato nel corso della settimana.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.