Giancarlo Cerrelli e Giovanni Iaconis (Lega e FDI) al fianco della Polizia di Stato

390

“Su iniziativa di Giovanni Iaconis, candidato al proporzionale Senato per FdI, e Giancarlo Cerrelli, candidato in quota Lega alla Camera nel collegio uninominale di Crotone – è detto in un comunicato – si è tenuto un incontro con Giuseppe Veltri, segretario provinciale del Sindacato autonomo di polizia di Crotone, accompagnato dal suo vice Raffaele Ruffo. Un dialogo aperto, da cui sono emerse le perplessità e le esigenze di buona parte degli uomini della Polizia di Stato, quelli iscritti al Sap, che in Italia conta circa 20 mila iscritti. Veltri ha evidenziato che ‘la situazione delle forze dell’ordine, nel corso degli anni, ha subito una pericolosa involuzione, a partire dai nove anni di fermo contrattuale che hanno provocato vibrati malcontenti risolti, da parte del Governo, con un irrisorio contentino sullo stipendio’. ‘Proprio la mancanza di sicurezza non consente progetti di impresa da realizzare, in particolare a Crotone, territorio notoriamente gravato da episodi di criminalità’. Veltri, in ultimo ha posto l’accento sulle ridottissime risorse umane e sull’esigenza di dotazioni in uso alle forze dell’ordine, già di norma negli altri paesi europei, a tutela della vita di chi difende il territorio'”. Sui punti trattati, Iaconis, ha evidenziato che queste risorse esigue, sono per forza di cose poco distribuite e non consone alle esigenze del nostro, e ha aggiunto che, la garanzia della certezza della pena, tematica comune a Lega e FdI, deve essere assicurata in quanto contribuisce alla minore circolazione di chi delinque. I tagli alla spesa decisi dagli attuali governi penalizzano chi è chiamato a tutelare il nostro Paese dalla commissione di reati’. Giancarlo Cerrelli ha dichiarato di aver sempre sostenuto che le forze di Polizia debbano avere maggiori mezzi, strutture adeguate, e soprattutto debbano essere tutelate nel loro lavoro. Non è possibile assistere ad aggressioni di estremisti senza poter reagire, con il rischio di passare dalla parte del torto. In molti casi, malgrado il dispiegamento di forze dell’ordine, il numero risulta essere sempre inadeguato. È necessario mettere la Polizia di Stato nelle stesse condizioni dei corpi di Polizia degli altri paesi europei, o d’America'”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.