LeU: “L’appello delle associazioni Adda e Comma Tre non può passare inascoltato”

249

L’appello delle associazioni Adda e Comma Tre non può passare inascoltato. I disagi evidenziati dai loro rappresentanti sono comuni a quelli di tante famiglie calabresi che, ogni giorno, si scontrano con ritardi inaccettabili, burocrazia inconcludente e politica distratta. Il loro appello non può che essere il nostro”. Lo affermano in una nota i candidati di Liberi e Uguali Rita Commisso, Francesca Laura Sgambellone, Domenico Mantegna e Pietro Sergi. “Liberi e uguali – proseguono – non è insensibile a questi temi. L’uguaglianza, l’inclusione sociale, l’azzeramento delle differenze economiche, sociali e culturali sono l’essenza di un’idea politica modernamente di sinistra che sia ancorata ai precetti della Carta Costituzionale e al modello economico e sociale disegnato dai costituenti. Il programma sostenuto da Pietro Grasso disegna un welfare universale che sia in grado, fra le altre cose, di adottare un piano sociosanitario nazionale per la non autosufficienza incentrato sulla domiciliarità e articolato in funzione del grado di bisogno e di definire un piano integrato di interventi a favore delle persone con disabilità, che ne favorisca la vita indipendente e che interessi non solo l’inserimento lavorativo ma anche, ad esempio, l’accessibilità delle case e dei luoghi pubblici nonché la mobilità territoriale. Siamo convinti che, davanti alle difficoltà delle persone diversamente abili e dei loro parenti, sia necessario il massimo confronto con le associazioni e le famiglie che vivono questa dimensione al fine di prestare la massima attenzione ai diritti dei più deboli. Soprattutto in Calabria. Questa regione, affranta da un Piano di rientro che punta esclusivamente al recupero del debito, è il fanalino di coda nell’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza. La Calabria deve tagliare le spese superflue, rimettere in sesto il bilancio del Servizio sanitario regionale ma non può farlo a discapito di chi ha bisogno più di altri di ridurre il grado di insicurezza sociale”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.