Luigi Incarnato (PD): “C’è una questione su cui la famiglia Gentile ha “zero tituli” per parlare ed è la sanità”

“C’è una questione su cui la famiglia Gentile ha “zero tituli” per parlare ed è la sanità, distrutta da una gestione scellerata del piani di rientro di Scopelliti e, successivamente, da parte dell’ufficio del commissario.” Lo ha detto il candidato del centrosinistra nel collegio Tirreno-Pollino, Luigi Incarnato, parlando a Cosenza nel corso di una riunione del Partito Socialista. “Il candidato di Forza Italia, Andrea Gentile, facendo riferimento all’ospedale di San Marco Argentano – ha aggiunto Incarnato – attribuisce al centrosinistra e al presidente Oliverio il mancato avvio del progetto della Casa della Salute. Ricordo a lui, che in quegli anni era impegnato a fare altro, che fu il presidente Loiero, nel 2008, a programmare le risorse per la Casa della Salute e, successivamente, quando il centrodestra ha governato la Regione con il duo Scopelliti-Gentile, non solo ha dimezzato le risorse ma ha affossato il progetto affidandolo ad incompetenti. Su una cosa i calabresi sono concordi: il ruolo dei Gentile nella gestione scellerata dell’ufficio del Commissario e nell’azione sabotatrice per impedire al presidente Oliverio di essere nominato commissario. Una miscela esplosiva di commistioni che ha impedito all’attuale governo regionale di fare pulizia in un settore vitale per la Calabria”.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.