Mar. Gen 19th, 2021

“Accettare questa candidatura è stata una sfida, ma la vera battaglia la combatteremo dopo il 4 marzo quando, a urne chiuse, lavoreremo per riscattare la nostra terra. Bisogna iniziare a parlare di sanità: quest’emergenza deve essere portata subito all’agenda di Governo”. Lo afferma Marco Siclari, candidato del centrodestra alla Camera. “Bisogna porre fine – prosegue Siclari – a questo commissariamento che ci ha portato ad avere un servizio da terzo mondo. Il piano di rientro guarda solo ai numeri senza pensare minimamente alla qualità del servizio offerto a dei pazienti che nella disperazione fuggono dalla nostra terra per farsi curare altrove. Ma questa migrazione non è più tollerabile perché non tutte le famiglie hanno le disponibilità economiche e si ritrovano costrette a rinunciare alle cure. Questo non possiamo più permetterlo, con i soldi che la Calabria perde con le migrazioni sanitarie si potrebbe pensare a un serio investimento per migliorare e potenziare le strutture consentendo cosi ai colleghi medici di svolgere serenamente il loro lavoro”. “Viviamo – prosegue Siclari – in una terra benedetta da Dio, non solo per il clima o per la posizione geograficamente strategica ma anche per le sue bellezze ambientali, i beni culturali e archeologici, i prodotti tipici e tanto ancora. Ma tutto questo da solo non può bastare a far risorgere l’economia e creare sviluppo e, dunque, occupazione, serve creare una rete infrastrutturale che possa rimettere Reggio e tutta la provincia al centro. Solo partendo da quello che già abbiamo possiamo andare a Roma e finalmente pretendere infrastrutture e collegamenti adeguati a una terra così ricca”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.