Sab. Mag 8th, 2021

“Esprimiamo soddisfazione per la scelta della giunta regionale di predisporre un piano d’interventi ed ingenti risorse sul sistema depurativo calabrese. In particolare, riteniamo decisiva la scelta portata avanti del presidente Oliverio di investire risorse per oltre 10 milioni di euro destinati a risolvere l’annosa questione dell’inquinamento del fiume Mesima”. Lo affermano in una nota congiunta, il deputato del Pd, Bruno Censore, candidato alle elezioni del 4 marzo, e il consigliere regionale del partito Mario Mirabello. “Com’è noto, il Mesima – proseguono Censore e Mirabello – rappresenta una rilevante asta fluviale della nostra Regione che, allo stato attuale, secondo i rapporti Arpacal, è destinatario di scarichi provenienti da numerosi centri abitati collocati nella vasta area del fiume, divenendo un oneroso fattore di inquinamento per tutta la costa tirrenica vibonese. Questo intervento si incardina nel percorso risolutivo intrapreso, grazie ad interventi di realizzazione, efficientamento e completamento degli impianti di depurazione ed alle opere di collettamento che interesseranno gli agglomerati urbani di Acquaro, Arena e Dasà, di Dinami, Briatico, Fabrizia, Gerocarne, Nardodipace e San Gregorio d’Ippona, portando con sé effetti positivi sulla qualità delle acque di balneazione. La scelta di operare in questa direzione deriva dal lavoro che abbiamo fatto con il presidente Oliverio, con la deputazione regionale e quella nazionale ed è consequenziale a ripetuti incontri e tavoli con i sindaci e gli amministratori locali. È il frutto genuino della politica che non si perde in parole ed in soluzioni temporanee, ma che si fa carico ed affronta le criticità del territorio individuando azioni risolutive dei problemi”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.