PROCESSO ‘PORTO FRANCO’: 10 CONDANNE E UNA ASSOLUZIONE IN APPELLO

850

Arriva l’esito del processo d’appello, per gli imputati che hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato, nell’ambito del procedimento scaturito dall’indagine “Porto Franco”. Ieri i giudici hanno confermato 8 condanne, deciso una assoluzione e due riduzioni di pena.
Condanne più alte per Rocco Rachele, 11 anni; Salvatore Pesce e Giuseppe Franco 10 anni.Assolto, invece, Marco Mazzitelli. Gli imputati hanno risposto, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso nonché dei reati di riciclaggio di proventi di illecita provenienza, di trasferimento fraudolento di valori, contrabbando di gasolio e di merce contraffatta, di frode fiscale, attraverso l’utilizzo e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti e di omesso versamento delle ritenute previdenziali.L’indagine della Guardia di Finanza avrebbe dimostrato come la cosca Pesce si fosse infiltrata nel tessuto economico caratterizzato dai servizi connessi all’imponente operatività del porto di Gioia Tauro. Non solo droga, dunque. Ma anche un ingegnoso e asfissiante sistema di controllo dei servizi connessi alle operazioni di import-export e di trasporto merci per conto terzi.

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.