Ven. Mag 7th, 2021

La sconætta di Stilo del turno precedente è stata assimilata e
trasformata in rabbia agonistica dal Gioiosa Jonica, capace di
segnare 11 gol tra il recupero contro la Gioiese e la sæda di sabato
all’Atletico Maida.
La formazione di mister Scidà ha dato prova di una netta
superiorità sulle avversarie, in particolare nel match contro la
compagine catanzarese penultima in classiæca; il risultato ænale
di 8-1 parla chiaramente di una supremazia totale dei biancorossi, ma soprattutto di una estrema facilità nel trovare la via del gol. La
valanga di reti abbattutasi sul Maida porta la ærma addirittura di
sette marcatori diversi, con il solo Palermo a segno due volte,
siglando questa sua doppietta nei 7′ successivi al suo ingresso in
campo. Era toccato a Marco Albanese sbloccare il risultato solo al
38′ del primo tempo; come una breccia in una diga, il gol del
vantaggio biancorosso ha lentamente annegato il Maida,
sommerso da altre sette reti, a cominciare da Calabrese su rigore;
a inizio ripresa penalty per gli ospiti trasformato da Martinez, ma
il Gioiosa si scatena e colpisce ancora con Bottiglieri, Mesiti, la già
citata doppietta di Palermo, e inæne Anthony Albanese e Scuteri.
Una giostra del gol dalla quale il Maida è sceso tramortito e
barcollante, mentre la formazione di Scidà si gode il netto
successo portandosi a -3 dal Bocale, il quale ha una partita da
recuperare. La doppia affermazione in tre giorni ha dimostrato la
determinazione dei biancorossi, fermamente intenzionati a
giocarsi æno in fondo le chance di vittoria del campionato; in
quest’ottica, lo scontro diretto con la capolista da giocare in casa
appena dopo Pasqua potrebbe risultare risolutivo per l’esito ænale
della stagione. Nel frattempo, Scidà si gode la sua squadra di
bomber che ha regalato al pubblico sugli spalti una giornata memorabile di calcio-spettacolo.

(FONTE REGGIONELPALLONE)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.