Rapani (Fratelli d’Italia): “La politica nazionale e quella regionale, su un tema tanto delicato come questo, giocano a nascondino”

190

“Mentre sindaci e popolazione scendono in piazza per manifestare e tentare di salvare l’aeroporto di Crotone, la politica nazionale e quella regionale, su un tema tanto delicato come questo, giocano a nascondino”. Lo afferma il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Ernesto Rapani, candidato alla Camera nel collegio di Corigliano. “Lo scalo di Sant’Anna potrebbe contribuire e di molto – aggiunge Rapani- a far uscire da un atavico isolamento i territori jonici, se la Regione fosse meno miope e si sforzasse di vedere un pizzico più in là dei favoritismi verso altri territori. In attesa che si possano raggiungere degli accordi con vettori e linee aeree invito sia il governo nazionale, che se ne esce in campagna elettorale con la promessa di sborsare 100 mila euro al mese per coprire i costi della torre di controllo, sia quello regionale ad impegnarsi ad elettrificare la linea ferroviaria ionica, dopo aver cambiato le traverse impiegate cent’anni fa. Nell’attesa, però, si potrebbero utilizzare i treni swing già in dotazione più di una volta al giorno come accade oggi. Così facendo il passo verso la metropolitana di superficie, che proponiamo da anni ormai e sul quale mezzo ci eravamo battuti da consiglieri provinciali convincendo l’allora presidente dell’ente Oliverio a inserirla nel piano delle opere da realizzare, sarebbe più che breve”. Per Rapani “la metro favorirebbe la mobilità delle persone, dei pendolari e dei turisti verso la Piana di Sibari e celermente raggiungerebbe l’aeroporto, concedendo anche a questo territorio un diritto sacrosanto che è proprio quello alla mobilità”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.