Rapina ed estorsione a genitori e sorella, arrestato 33enne

229

Era già ai domiciliari.Questura Reggio Calabria esegue ordinanza

La Polizia di Stato ha eseguito a Reggio Calabria un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 33 anni, Francesco Trombetta, che era già agli arresti domiciliari, accusato di una serie di reati – furto, rapina aggravata, percosse, danneggiamento ed estorsione – commessi ai danni dei genitori e della sorella. Secondo quanto riferisce la Questura reggina in una nota, Trombetta, “con condotte reiterate e pericolose, assumeva nei confronti dei propri genitori e della sorella continui e ripetuti comportamenti aggressivi, lesivi della loro integrità fisica e morale, sottoponendoli ad un regime di vita vessatorio, tale da rendere abitualmente dolorose e mortificanti le relazioni familiari”. Trombetta, nel periodo in cui é stato agli arresti domiciliari, ha continuato a tormentare i genitori e la sorella con i suoi comportamenti improntati a violenza e sopraffazione che già avevano determinato l’emissione a suo carico della prima misura cautelare. Un’ulteriore denuncia nei suoi confronti da parte dei familiari ha fatto scattare un nuovo intervento della polizia e l’allontanamento da casa dell’uomo, che é stato condotto in carcere.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.