Dom. Mag 16th, 2021
“Sono passati sette mesi dall’approvazione della delibera n. 355/2017 che ha predisposto un programma di interventi per la difesa del suolo finanziati dalle risorse Por Calabria Fesr Fse 2014-2020, dal Patto per lo Sviluppo della Regione Calabria e Delibera Cipe ‘Piano per il Mezzogiorno’. La delibera prevedeva, come specificato nell’allegato, l’elenco dettagliato degli oltre 165 interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico e dell’erosione costiera per un importo di circa 300 milioni di euro”. É quanto rileva il consigliere regionale Carlo Guccione che ha reso noto di avere presentato un’interrogazione al presidente della Regione, Mario Oliverio, per chiedere “perché nulla è stato fatto fino ad oggi dal competente Dipartimento a cui era demandato l’avvio delle procedure propedeutiche necessarie ad attivare gli interventi urgenti previsti per la mitigazione del rischio idrogeologico e dell’erosione costiera”.
“In Calabria, secondo l’ultimo dossier di Legambiente ‘Ecosistema Rischio’ – sostiene Guccione – il 99.8% dei comuni calabresi presenta aree esposte a pericolo di frane o alluvioni.
Su 15.222 chilometri quadrati di superficie totale 914,1 sono a pericolosità sia da frana che idraulica; 347,8 a pericolosità frana e 576,3 a pericolosità idraulica. Come dimostrano i dati bisogna agire in fretta. In questo settore i tempi di intervento sono importanti visto che si rischia che i lavori predisposti se non realizzati tempestivamente possono risultare inutili dalla modificazione dei luoghi e dall’aggravarsi degli eventi”.
Nell’interrogazione il consigliere regionale chiede, inoltre, “quali iniziative si intende porre in essere perché si possano rendere operativi le procedure per lo sblocco e l’avvio dei 165 interventi e dei 300 milioni di euro previsti per la realizzazione”
Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.