Siclari replica alle dichiarazioni di Nicolò: «Sandro è un amico e pubblicamente ho detto che è una risorsa fondamentale»

183

Leggo sulla stampa le dichiarazioni dell’amico Sandro Nicolò. Conosco Sandro da 24 anni e, con lui, abbiamo condiviso un importante percorso politico all’interno di Forza Italia insieme. È per questo che, dal punto di vista personale, sono dispiaciuto per la sua esclusione dalle liste.

Come ha ben precisato Sandro in diverse occasioni, non è stata certamente la mia candidatura ad impedire il suo inserimento nell’elenco dei candidati di Forza Italia, né conosco i motivi che hanno condotto alla sua “non candidatura”.

Quando mi è stata richiesta la disponibilità ad accettare la sfida al Senato, per il collegio di Reggio Calabria, l’ho accolta con entusiasmo e determinazione, senza sapere chi fossero gli altri candidati su cui il partito aveva deciso di puntare tanto sul proporzionale quanto sull’uninominale per la Calabria e in particolare per la provincia di Reggio. Ho appreso solo in un secondo momento, dalla stampa, della fuoriuscita di Sandro, tramite le sue stesse dichiarazioni.

Ho letto, in questi giorni, diversi articoli di stampa anche sul suo conto e come da lui confermato non sono, certamente, io la causa di ciò.

Ho detto pubblicamente in tutte le mie dichiarazioni quello che penso di Sandro, ovvero che è una risorsa fondamentale per il territorio e per il partito e che insieme possiamo fare molto e farlo bene e, a mio avviso, questa pubblica attestazione di stima vale molto di più di una telefonata formale che sarebbe comunque rimasta privata. Io, invece, ho voluto esprimere questo pensiero pubblicamente.

Ho sempre sostenuto l’attività di Sandro Nicolò e, proprio in virtù dei suoi innegabili meriti verso Reggio e la Calabria, sono convinto che esistono spazi adeguati per proseguire quel percorso intrapreso ormai molti anni fa.

Sandro Nicolò è un uomo di partito, un uomo del centrodestra. Spero di cuore che possa superare tutti i tentennamenti e sostenere con convinzione Forza Italia alle ormai imminenti elezioni politiche. La mia storia politica è chiara: l’ho sempre sostenuto, tutte le volte che se n’è presentata l’occasione. Mi dispiacerebbe molto, da amico e da uomo di partito, che lui non facesse alla stessa maniera, soprattutto, in questa fase di rinnovamento del centrodestra voluta dal presidente Berlusconi finalizzato al rilancio del territorio reggino e calabrese.

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.