Ven. Mag 14th, 2021

Si è tenuto lunedi sera il Consiglio comunale con all’ordine del giorno l’approvazione del regolamento per la gestione dei rifiuti , argomento, che era stato rinviato nella precedente seduta dopo una serie di eccezioni avanzate da Pietro Sgarlato ( Forza Italia) e dal gruppo del Pd. Anche in questa occasione le polemiche non sono mancate e, in pratica, sia Pietro Sgarlato che Maria Teresa Fragomeni ( Pd) e Antonio Sgambelluri Pci), hanno lamentato che il regolamento è stato , in pratica, portato all’approvazione senza tenere conto dei rilievi in precedenza avanzati. Questa volta il regolamento, illustrato in aula dall’assessore all’ambiente Anna Romeo e di cui ci occuperemo in maniera dettagliata nella edizione di domani, dopo un dibattito di ampia portata è stato approvato con i voti della maggioranza e il voto contrario dei consiglieri di opposizione. Unitamente al regolamento per la gestione dei rifiuti è stato approvato anche il piano finanziario e le tariffe Tari per l’anno 2018. Anna Romeo ha evidenziato con evidente soddisfazione che con la tariffazione 2018 è stata attuata una riduzione generalizzata delle tariffe della Tassa Rifiuti nella parte variabile, per tutte le categorie di utenti (domestici e non domestici).Il risparmio sulla Tari 2018, in percentuale – ha detto l’assessore Romeo – è pari al 9,2291% rispetto all’esercizio 2017. E’ stato precisato che si tratta di cifre afferenti una ipotetica riduzione media in quanto vi è una parte della tariffa che è connessa ai mq di ampiezza degli immobili assoggettati al tributo. Pietro Sgarlato a fronte delle dichiarazioni dell’assessore ha, però, fatto presente che il numero delle utenze è calato e quindi ha lamentato l’incongruenza delle cifre indicate in bilancio. Anna Romeo, prima dell’approvazione dell’argomento ha anche dato comunicazione che il competente ufficio Ambiente del Comune si sta già attivando per predisporre il nuovo capitolato d’appalto di Raccolta Differenziata Porta a Porta dei Rsu da inviare all’ufficio Suap di Rc affinché venga indetta tempestivamente la nuova procedura di gara in vista dell’imminente scadenza del contratto con la Locride Ambiente Spa.E’ stata, poi, confermata l’aliquota Imu ( 6 per mille per la seconda casa) per l’anno 2018 ed è stata confermata anche l’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche, sempre con votazione a maggioranza ( e astensione di Sgambelluri). E’ stata, invece, approvata all’unanimità la prevista integrazione della Commissione comunale per i diritti e le pari opportunità con l’inserimento di Antonella Scabellone in rappresentanza della Associazione turistica Pro Loco. Prima della conclusione della seduta è stata anche discussa una interrogazione del consigliere Pietro Sgarlato sulle cosiddette “cartelle pazze” per il ruolo idrico. L’assessore al bilancio Gianni Lanzafame ha precisato che in effetti c’è stato un l’errore e che sarà recuperato con la prossima fatturazione.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.