SIDERNO (RC): RIFIUTI , LE NOVITA’ DOPO L’APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO: DIFFERENZIA DI PIU’ PAGHI DI MENO

317

Cosa cambia in città nella problematica e nei pagamenti della raccolta dei rifiuti dopo la recente approvazione in Consiglio comunale del Piano finanziario ? Intanto è stata abbassata, per l’anno 2018, la TARI, Tassa Comunale sui rifiuti. Ma l’assessore all’ambiente Anna Romeo ha anche chiarito con apposita relazione gli aspetti della forma di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti “porta a porta spinto” finalizzato alla raccolta differenziata, tesa cioè alla valorizzazione dei materiali riciclabili, al miglioramento della raccolta dei rifiuti urbani pericolosi e dei materiali ingombranti. Adesso l’obiettivo è quello di attivare un sistema di verifica puntuale dei rifiuti prodotti con lo scopo di arrivare, a decorrere dall’esercizio 2019, ad un sistema di tariffazione puntuale che consente di premiare i cittadini virtuosi , facendoli pagare una tariffa sui rifiuti rispondente alla reale produzione di rifiuti di ogni singola utenza. Nella sostanza – ha precisato l’assessore Anna Romeo durante il consiglio comunale- una modalità di gestione che premia i comportamenti virtuosi di quei cittadini capaci di differenziare correttamente i rifiuti e di ridurre al minimo quelli non riciclabili. Ma come si calcola la tariffa ? Secondo quanto precisato nel piano finanziario Il principio di calcolo del tributo puntuale è molto semplice: l’utente paga per quanto rifiuto indifferenziato produce, ossia: più rifiuti indifferenziati produce, più spende. più e meglio differenzia, meno spende. Il nuovo metodo di calcolo, INFATTI, è basato sulla puntuale misurazione del rifiuto indifferenziato conferito. La produzione di rifiuti indifferenziati non è però la sola componente che viene utilizzata per parametrizzare l’ammontare della tariffa, che è diviso in tre principali componenti ovvero una quota fissa ( componente calcolata in relazione ai costi comuni del servizio), una prima quota variabile ( Componente associata ai kg. di rifiuti differenziati rilevati, sulla base degli svuotamenti dei mastelli registrato nel precedente esercizio); una seconda quota vfariabile ( componente associata ai kg. effettivi di rifiuti differenziati prodotti nell’anno di competenza che verranno conguagliati sull’ultima rata di pagamento del tributo o sulla tariffa dell’anno successivo). Oltre a queste tre parti, l’avviso di pagamento conterrà l’addizionale provinciale il cui importo resta invariato rispetto agli anni passati. Da qui l’avviso dell’assessore all’ambiente che “risulta quindi evidente come un comportamento virtuoso e in linea con una maggior differenziazione dei rifiuti porti a una tariffa inferiore. Viceversa, una scarsa propensione alla raccolta differenziata e una pratica non consona rispetto alle direttive dei conferimenti ricadrebbe negativamente sugli utenti con un aumento dei costi. Per questo, il tributo puntuale consente di premiare coloro che producono meno rifiuti e differenziano di più e va a discapito di coloro che fanno il contrario. La modalità utilizzata per la misurazione dei rifiuti indifferenziati è quella volumetrica; quella di misurazione dei rifiuti raccolti in maniera differenziata (conteggiare e tariffare in kg) avviene da parte del soggetto affidatario del servizio di smaltimento rifiuti attraverso un lettore ottico, già attivo, che, con tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification), trasmette i dati al sistema informatico, che registra il codice utente, la data, l’ora del ritiro, il veicolo, il suo posizionamento tramite GPS, l’operatore in servizio e attribuisce correttamente ogni ritiro al relativo utente. L’utilizzo di questa tecnologia evita possibili errori, perché ogni contenitore è personalizzato, con il codice cliente che lo associa in maniera univoca all’utente. Inoltre questa tecnologia consente di quantificare con precisione il numero di conferimenti effettuati da ogni utenza e di monitorare, in tal modo, l’effettivo grado di utilizzo del servizio di raccolta, da parte di ciascun utente, domestico e non. Sulla base di quanto sopra il competente ufficio Ambiente del Comune si sta già attivando per predisporre il nuovo capitolato d’appalto di Raccolta Differenziata Porta a Porta dei Rsu da inviare all’ufficio Suap di Rc affinché venga indetta tempestivamente la nuova procedura di gara in vista dell’imminente scadenza del contratto con la Locride Ambiente Spa.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.