SIDERNO (RC): RIFLETTORI LIONS SU ” BULLISMO E BABY GANG”

226

Per prevenire il fenomeno del bullismo è necessaria la sinergia tra la Scuola e la famiglia. Il “fenomeno” oggi di grande attualità è stato affrontato presso l’aula magna del Liceo Classico “Ivo Oliveti” di Locri nel corso dell’annunciato convegno sul tema ” Bullismo e Baby gang” organizzato dal Lions Club e dal Leo Club “Luigi Mory” di Locri. Un incontro che si è rivelato molto importante per riflettere e discutere su tematiche chew interessano espressamente il mondo giovanile ma non solo. L’incontro si è aperto con un breve intervento della referente scolastica dell’ I.I.S. “Oliveti Panetta” sul Bullismo e Cyberbullismo, Prof.ssa Anna Maria Mittica che ha fatto seguito ai saluti iniziali, della Presidente del Leo club Antonella Gimondo, che ha moderato i lavori, e del presidente del Lions club Giuseppe Macrì che ha ricordato l’impegno della sua associazione sull’importante tematica trattata evidenziando anche l’importanza della collaborazione tra i “giovani” ( i Leo) e i “grandi” ( i lions) evidenziando il ruolo del Leo advisor Antonio Zuccarini che segue direttamente l’evolversi delle attività dei giovani . Subito dopo è stato l’assessore alla cultura Anna Sofia a portare il saluto dell’amministrazione comunale di Locri . L’incontro è, quindi, entrato nel vivo con una prima relazione ; della Dott.ssa Caterina De Stefano psichiatra e psicoterapeuta, nonché coordinatore distrettuale Lions sul tema “Bullismo e Cyberbullismo” che si è ampiamente soffermata sul delicato fenomeno non mancando di evidenziare alcune realtà che, purtroppo, si vanno sempre piu’ allargando soprattutto nel contesto scolastico. Fenomeni che colpiscono prevalentemente i soggetti piu’ deboli e che vengono attivati spesso da interi gruppi anche se solitamente esiste sempre in seno a questi gruppi il “leader” , ovvero il bullo, che esercita sugli altri un effetto trainante. Caterina De Stefano si è anche soffermata sulle baby gang , in questo caso gruppetti dediti at atti criminali rivolti a persone e/o cose diverse spesso anche con l’obiettivo di ottenere vantaggi materiali. Catreina De Stefano ha anche dato notizia che a breve saranno diffuse specifiche notizie ricavate da un questionario diffuso in seno alle scuole dal quale si rilevano dati decisamente interessanti. Quindi è intervenuto l’ Avv. Ferdinando Iacopino, Regional Leadership Institute Lions, che si è soffermato in maniera piu’ specifica sugli aspetti legali che si accompagnano ai fenomeni del bullismo e delle baby gang. E’ emersa dai qualificati interventi l’importanza della prevenzione che proprio negli ambienti scolastici può, e deve, essere attivata puntando anche ad una stretta sinergia con le famiglie. E’ stato toccante, a questo proposito, l’intervento di un giovane studente del Liceo che ha voluto esporre il suo caso personale raccontando di essere rimasto vittima per molti anni di atti di bullismo da parte di un suo compagno . Una esperienza che ha “toccato” l’uditorio e che è stata variamente commentata dagli stessi relatori che hanno anche invitato , in casi del genere, a parlare con i propri docenti e le proprie famiglie . Ampiamente rappresentato il Lions club di Locri con la presenza , tra gli altri,dei rappresentanti distrettuali e circoscrizionali Giuseppe Ventra, Silvana Porcella Fonti, Pietro Multari e Giuseppe Beniamino Fimognari.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.