Bovalino (RC): Il Borgo antico preso d’assalto in occasione delle “Giornate Fai di Primavera 2018”.

609

Dall’incantevole Borgo antico di Bovalino superiore sono partite ufficialmente, ieri, le “Giornate Fai di Primavera 2018” (XXVI^ edizione). Il 24 (solo per le scuole) ed il 25 marzo (per tutti i vistatori) saranno due giorni completamente dedicati alla riscoperta ed alla rivalutazione del nostro ricco patrimonio storico-culturale che spesso, purtroppo, non è valorizzaro per come meriterebbe.

L’importante manifestazione, iniziata nel 1993, oltre ad essere un momento di incontro tra il Fai e la gente, uniti nel percorso di rivivere e raccontare la storia più bella e più nobile dei nostri luoghi è anche un importante momento per raccogliere fondi da destinare alla ristrutturazione di quei siti che altrimenti non avrebbero alcuna possibilità di essere recuperati e mostrati al mondo in tutta la loro bellezza.

Anche il nostro antico Borgo di Bovalino superiore ha vissuto, nella giornata di ieri, il suo grande momento di gloria grazie agli operatori Fai presenti con un loro stand, agli studenti delle scuole medie e superiori accompagnati dal corpo docente e dai Dirigenti scolastici, ed ai tantissimi volontari che hanno dedicato gran parte del loro tempo libero per garantire la sicurezza stradale e collaborare a promuovere un evento che vede, per la prima volta  Bovalino inserita nel percorso artistico-culturale al fianco di città come Bologna, Ferrara, Casera, Sorrento L’aquila ecc...Presente al completo l’Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco, Avv. Vincenzo Maesano, visibilmente commosso e compiaciuto nel vedere tantissimi giovani studenti fare la spola tra i ruderi del Castello, la Casa del Beato Camillo Costanzo e la Chiesa Matrice dove erano esposti importantissimi tesori risalenti all’epoca del 1500.

Un via vai continuo di pulmann (almeno 1000 gli studenti presenti) che hanno animato un luogo riportato agli antichi splendori dall’incessante lavoro  svolto in questi giorni dagli operatori del Fai, dagli operai ed impiegati comunali, dai tanti volontari che hanno disciplinato il traffico e dall’Arciconfraternita Maria SS. Immacolata di Bovalino superiore che ha abbellito i luoghi delle visite con particolare riguardo ai tesori esposti all’interno della Chiesa Matrice.

Ad accogliere le scolaresche ci ha pensato il Sindaco Maesano ed i suoi Assessori (Cinzia Cataldo, Maddalena Dattilo, Pasquale Blefari e Filippo Musitano) che hanno dato il benvenuto alla Dirigente Scolastica del Liceo d’Istruzione Superiore “Francesco La Cava”, Dottoressa Caterina Autelitano, al Corpo Docente, alla Professoressa Daniela Circosta Delegato Fai Scuola (responsabile del progetto “Apprendisti-ciceroni”) ed agli altri operatori dell’istruzione. A far da guida, in entrambe le giornate, i ragazzi delle scuole (circa 80 studenti) che con grande maestria e personalità hanno intrattenuto i visitatori nei vari luoghi.

Il Sindaco, intervistato davanti ai ruderi del castello, ha detto: “Tornare a far rivivere l’antico Borgo di Bovalino superiore non è per noi una giornata storica ma è la giornata del riscatto,perchè tutte le componenti socio-culturali del territorio si sono unite ed all’unisono hanno lavorato per realizzare qualcosa che ha dello straordinario. Vedere girare per questi vicoli migliaia di persone mi rende veramente orgoglioso perchè vuol dire che la strada intrapresa da questa Amministrazione comunale per realizzare il cambiamento è quella giusta, un cambiamento basato soprattutto sulla cultura e sulla riscoperta delle nostre radici, delle nostre tradizioni e delle nostre bellezze storiche ed architettoniche. E’ con grande piacere ed orgoglio che posso anche annunciare, oggi, che proprio su questa strada tracciata siamo riusciti a recuperare il finanziamento del castello di Bovalino superiore, soprattutto per la parte che interessa la sua messa in sicurezza e la conservazione di questa, che per noi, rappresenta una vera e propria opera d’arte. Sarà nostra cura, una volta completato l’iter burocratico, dare il via ai lavori di restauro che erano stati interrotti nel 2015 a causa delle note vicende che hanno poi portato allo scioglimento dell’allora amministrazione comunale. Un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere alla Parrocchia di Bovalino superiore, all’Arciconfraternita, ai tantissimi volontari impegnati nel difficile compito di rendere sicura ed unica la giornata e a tutte le scuole, non solo di Bovalino ma di tutta la locride che hanno voluto onorarci con la loro presenza”.

Anche il Presidente del Consiglio del Comune di Bovalino, Avv. Laura Sgambellone, ha voluto inviare un messaggio in occasione di questa bellissima giornata: “Queste attività sono fondamentali non solo per il futuro del nostro paese ma soprattutto per quello dei nostri ragazzi, perchè servono a creare consapevolezza e quindi amore per la cultura e la storia della nostra gente e dei nostri luoghi che spesso, purtroppo, vengono dimenticati. Questa giornata è per la nostra collettività non un punto di arrivo bensì di partenza, perchè siamo certi che con il lavoro sinergico di tutte le forze sane del paese riusciremo a mettere in cantiere tante altre importanti attività che ci consentiranno di recuperare quel gap negativo che abbiamo accumulato in questi ultimi decenni. A poco meno di un anno dal nostro insediamento il risultato di oggi è per noi la reale gratificazione degli sforzi prodotti, i nostri programmi sono certamente ambiziosi ma allo stesso tempo realizzabili anche se per fare ciò dobbiamo mettere in campo tanta fatica, sacrifico e impegno“.

Sempre nella giornata di ieri, con inizio alle ore 16, all’interno della Chiesa Matrice “Santa Maria ad Nives e San Nicola di Bari” di Bovalino superiore, in occasione delle celebrazioni in Onore del Beato Camillo Costanzo nel 150° Anniversario della Beatificazione, si è svolto un Convegno dal titolo: “Io sono Camillo Costanzo Italiano e Sacerdote della Compagnia di Gesù”.

Oggi, 25 marzo 2018, il via alla seconda giornata delle “Giornate Fai di primavera” con ingresso aperto a tutti i visitatori.

http://www.calabriainforma.com

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.