BRUNO PANUZZO RICEVUTO IN QUIRINALE DAL PRESIDENTE MATTARELLA

429

 

ROMA – Grande orgoglio e soddisfazione per la nostra Locride! Bruno Panuzzo assieme ai giovani allievi dei Licei “Mazzini” di Locri, unitamente al Preside Prof. Francesco Sacco e ad alcuni docenti, sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella presso il Palazzo del Quirinale. L’incontro ha sancito quanto sia vitale, e di grande rilievo, la vicinanza tra i vertici dello Stato e le giovani generazioni. Un evento di grande caratura civica, che ha consentito ai giovani studenti Locridei, nonché ai loro colleghi provenienti da diversi Istituti scolastici nazionali (Bergamo, Roma e Milano) d’interagire con la massima carica dello Stato confrontandosi con tematiche sociali attuali e di grande rilevanza. Il Presidente Mattarella ha sottolineato l’inammissibilità delle aggressioni ai docenti: soffermandosi apertamente sui recenti fatti di cronaca. Di grande respiro sociale sono state inoltre le domanda poste al Capo dello Stato dai giovani studenti (in tutto nove) in rappresentanza degli Istituti scolastici di provenienza. Il Presidente è apparso molto sereno e piacevolmente colpito dalla grande intelligenza e vitalità degli studenti: intravedendo in codesti giovani il prossimo futuro e le concrete speranze per un domani migliore. Bruno Panuzzo ha donato a Sergio Mattarella una copia di “Sanremo Pallido Fiore” e di “Dopo Rica ti chiedi chi erano i Beatles” due progetti di grande valenza sociale realizzati assieme ai giovani studenti dei Licei “Mazzini” di Locri. Proprio l’opera “Sanremo Pallido Fiore”, nata dopo la visita a Locri del Capo dello Stato nel 2017, è divenuta un grande esempio della lotta contro la ndrangheta. “E’ stato molto emozionante…” ha dichiarato l’artista di Bovalino “poter interagire con il nostro Presidente, potergli stringere la mano, scambiando con lui poche, ma determinanti parole. Tutto ciò ha rappresentato per me davvero il raggiungimento di un obbiettivo ambizioso ed importante. Non avrei mai pensato d’incontrare il Capo dello Stato semplicemente facendo musica… Mi sono davvero emozionato nel momento in cui ho chiesto a Mattarella di firmarmi una copia della Costituzione (la quale ci era stata graditamente donata in Quirinale). La firma del Presidente su quelli, che a mio giudizio rappresentano non solo gli elementi focali della vita di ogni italiano, ma un punto di riferimento di prim’ordine per la corretta e sana convivenza del genere umano, mi ha reso fiero di essere cittadino di questo paese.” Tale prestigioso incontro ha dimostrato quanto il grande lavoro di squadra possa veramente premiare gli sforzi per la costruzione di un domani migliore, e di un sistema più a misura d’uomo. I Presidente Mattarella ha dichiarato che il prossimo 12 marzo verranno inoltre conferite degli attestati di benemerenza a ventinove giovani, i quali sono stati scelti come esempio per le nuove generazioni.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.