E’ morto a 91 anni il senatore Mommo Tripodi.

604

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno. E’ morto a 91 anni il senatore Girolamo Tripodi.

Tripodi era nato a Polistena il 19 Ottobre del 1927 è stato sindacalista e particolarmente politico di ispirazione comunista. Girolamo Tripodi, familiarmente conosciuto con il diminutivo Mommo, è stato uno degli uomini politici calabresi più popolari e radicati nel territorio. Ha avuto un lungo passato da bracciante agricolo e la storia della sua militanza politica nasce proprio dalle lotte sociali intraprese dalle masse contadine meridionali alla fine della seconda guerra mondiale. Si è iscritto al Partito Comunista Italiano nel 1950. Tripodi diventa sindacalista della Federbraccianti-CGIL.

Vicesegretario della Federbraccianti CGIL di Reggio Calabria nel 1960 e Segretario dal 1963 al 1969. Componente della Segreteria confederale della CGIL di Reggio Calabria dal 1965 al 1969 e del Comitato centrale della Federbraccianti. Componente del Comitato Direttivo della sezione del PCI di Polistena e Segretario dal 1956 al 1960. Dal 1960 componente del Comitato Federale e del Comitato Direttivo della Federazione provinciale reggina del PCI. Ha fatto parte del Comitato regionale del PCI dal 1967. Vicepresidente della Commissione regionale di controllo del PCI calabrese. È stato tra i fondatori, nel febbraio del 1991, del Partito della Rifondazione Comunista e, nell’ottobre del 1998, del Partito dei Comunisti Italiani. Parlamentare della Repubblica per cinque legislature e Sindaco di Polistena per circa trentuno anni.

Nel 1956 entra nel Consiglio Comunale di Polistena, cittadina di oltre 12.000 abitanti della provincia di Reggio Calabria, nei banchi dell’opposizione dove viene confermato nel 1960, nel 1964 e nel 1965 dopo il commissariamento del comune. Nel 1970 cambia il colore politico dell’amministrazione e Tripodi, capolista del PCI e parlamentare in carica, diventa sindaco, una carica che manterrà ininterrottamente per oltre vent’anni una prima volta (venendo rieletto nel 1975, nel 1980e nel 1985) e poi per altri dieci anni fino al 2005. Nel 1990 vince nuovamente e largamente le elezioni comunali che vengono però annullate dal Consiglio di Statoche decide la loro ripetizione nell’autunno del 1991, con l’esclusione della lista del PCI. Nelle successive comunali del 1995, svolte con il nuovo sistema che prevede l’elezione diretta del sindaco, Girolamo Tripodi è di nuovo eletto plebiscitariamente sindaco di Polistena e ulteriormente riconfermato nelle elezioni comunali del 2000, ricomprendo, così, la carica di Sindaco per oltre 31 anni, fino al 2005.

Nel elezioni amministrative del dicembre 1992 è eletto consigliere comunale di Reggio Calabria, dove assume l’incarico di capogruppo del PRC. Ha fatto parte degli organismi regionali e nazionali dell’ANCI, dell’AICCRE e della Lega delle Autonomie Locali. È stato, per lungo tempo, Amministratore e Vicepresidente del Consorzio ASI per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria. Successivamente componente del Consiglio d’Amministrazione della società consortile Mediterranea Sviluppo e della Iame, dove è stato Vicepresidente del Consiglio d’Amministrazione. La redazione di TELEMIA si stringe al dolore della famiglia.

GM | redazione@telemia.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.