Gioiosa Jonica: Interrogazione del consigliere Modafferi sulle condizioni di degrado e incuria della chiesetta all’interno del cimitero comunale

455

Interrogazione ai sensi dell’art. 23 del Regolamento del Consiglio Comunale, con richiesta di risposta scritta in merito alle condizioni di degrado e incuria della chiesetta all’interno del cimitero comunale


PREMESSO CHE:

In seguito a qualche segnalazione da parte di cittadini abbiamo verificato la situazione a dir poco indecorosa della suddetta cappella.

L’entrata ( un vecchio portone su cui è solo appeso un inutile lucchetto) è libera per chiunque.

Il tetto, le pareti, il pavimento sono in condizioni pietose.

Piccole casse di legno aperte, sfondate,   dalle quali fuoriescono e si confondono  le ossa  di antiche spoglie, sono ammonticchiate in disordine.

L’ossario ,al quale si accede da una botola posta dietro il piccolo altare in rovina,versa nella più totale incuria , esposto com’è a periodici allagamenti per l’acqua piovana.

Le condizioni  igienico-sanitarie sono  di indubbia  precarietà.

Non esiste impianto elettrico funzionante

CONSIDERATO CHE:

l’attuale Amministrazione comunale, nel suo

PROGRAMMA POLITICO-AMMINISTRATIVO  per le ELEZIONI DEL 26 E 27 MAGGIO 2013 “GIOIOSA BENE COMUNE” ,

 scriveva alla pagina 18, a proposito dei SERVIZI CIMITERIALI,

 “L’area cimiteriale deve essere costantemente mantenuta nel decoro e nella pulizia che merita”

In precedenza l’attuale Sindaco insieme con l’attuale vice-sindaco,già consiglieri di minoranza,interrogavano l’allora Sindaco  avv. Mazza(interrogazione del 19/2/2010 prot.2391) per sapere se fossero state

 “intraprese delle iniziative specifiche per il recupero della  piccola chiesetta presente all’interno del cimitero”

 

SI INTERROGA QUESTA AMMINISTRAZIONE PER SAPERE:

      se è a conoscenza delle condizioni di totale abbandono, precarietà e potenziale pericolo in cui si trova la cappella  in oggetto;

      quali impedimenti non hanno consentito  in questi anni che la cappella  fosse “costantemente mantenuta nel decoro e nella pulizia che merita”

      se e quali azioni di ristrutturazione intende intraprendere o sollecitare, affinchè  ,nella piena   normalità e dignità,siano rese possibili le  attività alle quali è destinata (celebrar messa nel periodo del novenario dei defunti; accogliere la salma prima della sepoltura;…)

      se ha intenzione di ridare ordine e decoro all’ ossario che, in ogni caso, è pur sempre una sepoltura, anche se «comune».

 

 

 

Gioiosa Jonica, 27.10.2017

Il Consigliere Riccardo Modafferi

______________________________

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.