LOCRI: EQUIPE DI ESPERTI A CONFRONTO SULLE MALATTIE REUMATICHE

653

E’ stato ospitato dalla Sala Riunioni della Direzione Sanitaria di Locri l’incontro tra un’equipe di specialisti esperti del settore delle malattie Reumatiche ed un pubblico costituito soprattutto da malati reumatici. Un convegno fortemente voluto dal presidente dell’Associazione Calabrese dei Malati Reumatici Dott. Rosario Pugliano, dalla Professoressa Rosa Daniela Grembiale responsabile della Rheumatology Researc Unit Dipartimento di Scienze della Salute Università Magna Grecia di Catanzaro e dallo Specialista Reumatologo dell’Ospedale Spoke di Locri dott. Nicola Congiusta . A tale evento hanno inoltre partecipato anche le massime Autorità dell’azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria. Il Dott. Nicola Congiusta responsabile dell’ambulatorio di Reumatologia ha spiegato come le malattie reumatiche costituiscano un gruppo di patologie eterogenee che colpiscono frequentemente non solo le articolazioni ma anche altri organi ed apparati dell’organismo. Possono essere su base degenerativa, infiammatoria e dismetabolica . Le malattie reumatiche che colpiscono le persone giovani ed i bambini sono caratterizzate da un’infiammazione di articolazioni, legamenti, tendini, ossa o muscoli e in alcuni casi possono coinvolgere anche altri organi quali il cuore, le arterie, i polmoni, l’intestino, l’occhio e la pelle. Ecco perché se non diagnosticate e curate precocemente possono portare alla perdita di funzionalità delle strutture infiammate. Attualmente si conoscono quasi centocinquanta malattie reumatiche; fra di esse sono incluse l’artrite reumatoide, l’artrite idiopatica giovanile, l’artrite psoriasica, la spondilite anchilosante, il lupus eritematoso sistemico, la sclerodermia, , la sindrome di Sjogren, le vasculiti e la Polimiosite. I sintomi più comuni delle malattie reumatiche dipendono dal meccanismo che le determina e dalla sede colpita. Per esempio possono manifestarsi con classica artrite che esordisce con dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni delle mani, dei polsi, dei piedi, sintomi da coinvolgimento degli organi interni (per esempio, difficoltà a respirare, incapacità a ingerire i cibi, insufficienza renale) e sintomi da infiammazione sistemica come febbre e stanchezza eccessiva. Spesso i sintomi iniziali non sono specifici e per la diagnosi sono necessarie nuove indagini particolari, perché sappiamo che una diagnosi precoce consente una terapia più efficace e la possibilità di evitare complicazioni . Se non adeguatamente diagnosticate e controllate le malattie reumatiche comportano progressiva disabilità e perdita di autosufficienza con conseguente compromissione della qualità della vita ed elevati costi sociali ed economici. In questo contesto è molto importante il ruolo del medico. Oggi anche presso l’Ospedale di Locri possiamo dire che il paziente può usufruire delle più moderne terapie.

INTERVISTE ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.