Dom. Gen 24th, 2021

In Piazza della Repubblica tante persone. Don Pino De Masi parla di “Noi collettivo” per sconfiggere la criminalità organizzata

Così come Foggia a livello nazionale e Vibo Valentia a livello regionale, anche Polistena nella serata di ieri è scesa in piazza in ricordo delle vittime innocenti della mafia. Manifestazione organizzata da Libera. Una celebrazione semplice ma allo stesso toccante ed efficace. La lettura di 900 nomi corrispondenti ad altrettante vittime trucidate dalla criminalità organizzata dal dopoguerra in poi. La memoria delle vittime si rinnova ogni anno trovando valore e forza nella condivisione collettiva del ricordo.

Tante le persone in piazza della Repubblica a Polistena venute ad assistere alla cerimonia. Ad aprire la lettura della lunga lista delle vittime è stato il colonnello Andrea Milani, comandante del gruppo investigativo della compagnia dei carabinieri di Gioia Tauro. Presente anche il capitano della compagnia di Taurianova Marco Catizone. Significativa e imporatante la presenza degli ufficiali dell’Arma nella cittadina, simbolo di legalità e testimoni di lotta efficace alla ‘ndrangheta nel territorio della Piana.

Sono seguite altrettante persone che hanno letto i nomi dei caduti delle mafie, tra cui anche il sindaco Michele Tripodi. A concludere il lungo elenco è stato Don Pino De Masi, parroco del Duomo di Polistena è referente della Piana dell’associazione che fa capo a Don Ciotti facendo una breve disamina sul significato della XXIII giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti caduti per mano delle mafie.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.