Regione: raccolta differenziata, ammessi ai finanziamenti 50 comuni calabresi. Ci sono molti locridei

268

La Commissione di valutazione, a conclusione dell’iter procedurale, dopo aver esaminato i ricorsi presentati a seguito dell’approvazione delle graduatorie provvisorie, ha stilato l’elenco definitivo dei Comuni beneficiari ammessi ai finanziamenti previsti dal piano d’azione degli interventi per il miglioramento del servizio di raccolta differenziata e per un’adeguata rete di centri di raccolta da parte della Regione Calabria. E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Pd, Domenico Battaglia. L’attuazione del piano – spiega Battaglia in una nota- prevede l’impiego di circa 34 milioni di euro di risorse comunitarie del POR Calabria FESR 2014 – 2020. Il Dipartimento Ambiente e Territorio nella valutazione ed ammissione delle proposte progettuali presentate dai Comuni.«In totale – spiega ancora – 50 sono i Comuni calabresi interessati; in particolare, per la Citta’ Metropolitana di Reggio Calabria, le proposte progettuali ammesse sono quelle dei Comuni di: Ardore, Cittanova, Condofuri, Gioia Tauro, Gioiosa Ionica, Marina di Gioiosa Ionica, Motta San Giovanni, Reggio Calabria, Roccella Ionica, Rosarno, Taurianova, ed ancora, l’Unione dei Comuni della Valle del Torbido (Grotteria, Mammola, Martone, San Giovanni di Gerace) e Villa San Giovanni». «Si è provveduto, altresì – prosegue – ad approvare gli schemi di convenzione che disciplinano i rapporti tra Regione Calabria e beneficiari, per la realizzazione degli interventi ammessi a finanziamento ed è stato consumato anche lo step successivo con la trasmissione degli atti da parte della Regione per l’approvazione degli organi comunali competenti». «Al Comune di Reggio Calabria, in particolare – aggiunge – è stato riconosciuto un finanziamento di circa 6,6 milioni per il sistema di raccolta differenziata e 313 mila euro per le isole ecologiche. Inizialmente il contributo concesso era all’incirca di soli 3,3 milioni di euro. Lo sforzo e l’impegno profusi dalla Regione Calabria nel settore della raccolta differenziata – conclude Domenico Battaglia – sono tangibili e concreti e mirano ad implementare il servizio, sostenendo i Comuni e tutelando nel contempo l’ambiente e la salute pubblica».

lacnews24

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.