Siclari chiude la campagna elettorale: «Vinciamo insieme. Con Tajani per la rinascita della nostra provincia»

203

«L’amicizia e la stima che mi lega, da più di 20 anni, all’uomo e al politico, al presidente Antonio Tajani non può che rendermi umanamente felice, fiero ed entusiasta politicamente per la conferma data dal Presidente Silvio Berlusconi. Conosco l’elevata caratura politica e l’indiscussa integrità morale del presidente Tajani, uomo apprezzato e stimato non solo in Italia ma anche, soprattutto, dai grandi leader europei e internazionali. Tajani è una garanzia. Con il suo operato sta portando in alto il nome dell’Italia e, nell’accettare questa chiamata da parte del partito, ha dimostrato grande amore per il suo Paese a tal punto da lasciare un ruolo di leadership in Europa per guidare la nostra terra. Sono sicuro che saprà ascoltare e recepire le istanze di tutto il territorio. Avere come premier Tajani sarà per la Calabria e per l’Italia intera un vantaggio enorme».

Ha chiuso così un’intensa e proficua campagna elettorale, il candidato al Senato nel collegio di Reggio Calabria, Marco Siclari. Questa mattina ha incontrato la stampa all’Hotel Eubea e ai giornalisti ha lasciato un messaggio di speranza, incoraggiando al voto. E alla domanda sul ruolo del presidente Tajani Sciclari ha così risposto: «Abbiamo un’opportunità unica perché, grazie al ruolo di Tajani, potremo accogliere le istanze di tutto il nostro territorio, delle quali mi farò portavoce, e farle arrivare al Governo nazionale. Reggio, la Calabria e il Meridione hanno l’occasione, dopo anni di silenzio politico, di sentirsi effettivamente rappresentati, allo scopo di diventare protagonisti, come ci chiede l’Europa e tutti i cittadini reggini. Da sempre Tajani – ha confermato Siclari – ha a cuore le sorti del Meridione, considerato un motore che, se messo nelle condizioni di funzionare adeguatamente, può essere propulsore per tutta la penisola».

Un impegno, quello di Siclari, preso con gli amministratori, i sindaci, i rappresentanti degli ordini professionali e i cittadini durante tutta la campagna elettorale e confermato anche in questa ultima uscita pre-voto: «Per il mio territorio ci sarò, soprattutto dopo il 4 marzo. Diverrò un riferimento presente e troverete in me quel megafono che fino a oggi è mancato alla nostra provincia per farci ascoltare e ottenere risultati dal Governo. Non saremo mai più secondi a nessuno né trattati come cittadini di serie B. Saremo protagonisti in Italia e in Europa grazie a quel turismo mai decollato. E lo faremo insieme».

A sostenere Siclari in questo rush finale sono stati i candidati alla camera Francesco Cannizzaro e Francesco Talarico che, dopo aver ricordato le qualità che lo hanno portato ad avere la fiducia del partito nazionale, hanno ribadito come la sua vicinanza a Tajani non potrà che essere l’ennesimo asso da giocare per rilanciare il territorio. L’invito rivolto da Siclari è stato chiaro: «Andate a votare e, se volete protestare contro il nulla che c’è stato fino a oggi, non votate il nulla. Scegliete di dare la vostra fiducia a chi ha competenza, esperienza e la reale possibilità di governare producendo risultati. Oggi siamo noi gli artefici del nostro futuro perché abbiamo due leader apprezzati nel mondo, Berlusconi e Tajani, e un programma che può fare la differenza attraverso la lotta alla povertà con l’aumento delle pensioni e il reddito di dignità, il rilancio di tutte le imprese con la flat tax, e contrastando la disoccupazione. Atti concreti e non spot elettorali perché siamo gli unici credibili e rimanendo uniti potremo costruire il nostro futuro. Proviamoci e vinciamo».

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.