STILO: AZZERARE IL CONSUMO DI SUOLO

478

Ugo Franco – “La pianificazione a consumo di suolo zero nel regio demanio di Stilo” il tema del convegno tenutosi nella nuova sala consiliare. Presenti autorità regionali, della città metropolitana, vari sindaci e tecnici comunali. A porgere i saluti è stato il sindaco, Giancarlo Miriello, che ha invitato gli intervenuti a portare suggerimenti per migliorare il territorio. Poi, il tecnico comunale, Domenico Sodaro, ha introdotto la storia e il territorio di Stilo e l’assessore, Gigi Stillitano, ha parlato di rigenerazione urbana e edilizia di qualità.

Francesco Tarsia, dipartimento Ambiente della Regione Calabria, si è detto grato per l’attenzione che gli amministratori hanno verso il territorio valorizzandolo seguendo le attività codificate dalle procedure regionali e nazionali. Metodo che offre una nuova linfa all’economia tamponando lo spopolamento e ritornando a una crescita demografica. Poi, più rispetto per i centri storici, perché favoriscono il turismo e perciò grande attenzione nel mantenere l’equilibrio architettonico. <<I nuovi piani – ha concluso Tarsia – non devono puntare a pianificare soltanto le nuove aree ma mirare a dare il massimo della qualità di quello che si ha tra servizi e spazi pubblici>>.

Olga Saraco, Politiche della montagna della Regione Calabria, ha detto, <<Noi non guardiamo il mare, i fiumi o la montagna singolarmente ma, in un’ottica di scala di bacino. Qui, guardiamo al paesaggio naturale e ciò che c’é costruito sopra e specie sul consumo zero di suolo che significa valorizzazione di quello che già c’é>>. Alla domanda di un intervento della Regione Calabria su quello che è stato il palazzo delle “Regie ferriere” dei Borbone nella montagna di Ferdinandea di Stilo, per creare una scuola di carabinieri, come tempo fa è avvenuto nella vicina Mongiana con “Villa Vittoria”, finalizzato allo sviluppo turistico, ha così risposto, <<È importante e quando parliamo di consumo zero, parliamo di valorizzare quello c’é senza costruire da nessuna parte. Interveniamo sulle attività che incidono per lo sviluppo di un luogo e la nostra montagna si valorizza se si facilita l’accesso migliorando le strade e le strutture>>.

Nel coro degli interventi, quello di Romina Leotta, consigliere di minoranza, che ha invitato a riflettere sul consumo di suolo zero, citando la fonte “Urbaterr”: “cristallizza i vecchi Piani Regolatori e gli equilibri economici a favore della criminalità organizzata”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.