Dom. Gen 24th, 2021
E’ sempre più abbandonata ad un triste destino la villa comunale di Siderno, un tempo fiore all’occhiello della città. Siamo ormai in primavera inoltrata e di quella bella cartolina oggi, purtroppo, c’è poco o niente. Sporcizia, blatte, ratti, incuria, rifiuti a ogni angolo, siringhe abbandonate da tossicodipendenti, bagni chiusi, fontane a secco, cattivi odori e illuminazione assente. Questi sono solo alcuni dei disagi della zona.Una lettrice ci ha segnalato che stamattina con alcune sue amiche è passata  dalla Villa Comunale ” se così si può chiamare” rimanendo davvero perplessa per le condizioni in cui versa il “giardino cittadino” , per non parlare della vasca con i pesci, acqua sporchissima piena di melma, quei poveri pesci fanno veramente fatica a vivere. Una villa comunale che sicuramente meriterebbe maggiore attenzione con interventi di manutenzione programmati a dovere dall’Ente guidato dal Sindaco Fuda e dall’assessore all’ambiente Anna Romeo ma anche maggiore cura da parte dei cittadini che sembrano aver dimenticato quel luogo, in cui si recano spesso,  ma solo per portare i propri animali domestici a fare i bisogni, senza premurarsi poi di togliere i loro escrementi e ripulire. Eppure c’era chi, come l’assessore Ercole Macrì, appena qualche anno fa voleva trasformare quella villa in una fertile “valle degli orti” utilizzando il progetto pilota della sinistra denominato “Orti Urbani”. Alla luce dei fatti meglio mettersi a ridere anche se francamente, a ragion veduta, ci sarebbe proprio da piangere !

Antonio Tassone

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.