Fatture false per evadere, sequestro di 1,6 mln ad un’azienda

2749

Beni per 1,6 milioni di euro sono stati sequestrati dai nanzieri
del Gruppo di Sibari in
esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip di Castrovillari su richiesta della Procura
guidata da Eugenio Facciola a carico di una società operante nel settore dei trasporti, del
legale rappresentante, B.C., di 30 anni, e del consulente scale,
F.D. (67). Il sequestro ha
interessato le province di Cosenza, Salerno, Venezia e Treviso ed ha riguardato 28 tra auto,
motrici e semirimorchi, una villetta, un terreno, quote societarie e conti correnti.
Dall’indagine della nanza
è emersa una frode scale
caratterizzata dall’utilizzo di crediti
Iva, ttizi
e/o inesistenti, precostituiti in compensazione di imposte e contributi Inps dovuti.
Un’attività fraudolenta che secondo l’accusa è iniziata già dopo l’avvio dell’attività, avvenuta
nel dicembre 2012, e portata avanti grazie ad una serie di annotazioni contabili inesistenti,
realizzate anche attraverso l’utilizzo di false fatturazione.

GAZZETTA DEL SUD

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.