Lavori di metanizzazione a San Martino, il sindaco Scionti: “Successo epocale”

354

La gioia del consigliere comunale De Marco: “Finita la demagogia sull’opera. La tramandiamo alle generazioni future”. L’infrastruttura, realizzata da Italgas, si estenderà anche ad Amato 

Conferenza stampa in pompa magna per l’inizio dei lavori di metanizzazione nella comunità di San Martino. Dopo trent’anni di promesse disattese, i vertici della maggioranza Scionti, sostenuti in questa nuova missione dai vertici di Italgas, la società che avrà il compito di portare a compimento l’opera, hanno voluto rendere partecipe la popolazione locale, tramite un incontro pubblico svoltosi nella scuola elementare di San Martino, del nuovo obiettivo raggiunto alla guida della città di Taurianova.

A fare gli onori di casa, alla presenza del vicesindaco Carmela Patrizio, dei consiglieri Forestieri, Ascone, Caridi, Falleti, degli assessori Loprete, Mamone, Raso, del presidente del Consiglio comunale, Fausto Siclari, e del consigliere regionale Francesco D’Agostino, è stato il consigliere comunale Francesco De Marco, che ha la delega alla metanizzazione, punto di riferimento del governo cittadino nella zona di San Martino, che ha avuto un ruolo chiave per la sponsorizzazione di questo progetto: «Ringraziamo lo staff di Italgas per la significativa presenza avuta nella realizzazione dell’opera. Da mettere in evidenza, inoltre, l’apporto fornito dall’architetto Cardona per la pianificazione dell’impegno preso verso la metanizzazione».

I lavori, secondo quanto dichiarato da Italgas, inizieranno il prossimo 2 maggio e finiranno nella data del 31 agosto; l’esborso non indebolirà le casse del Comune di Taurianova visto che gli interventi saranno completamente a carico dell’azienda e si estenderanno, una volta terminate le azioni a San Martino, anche in un altro punto nevralgico di Taurianova: la zona di Amato. De Marco si focalizza ancora su un’azione necessaria alle sorti di una comunità: «Ricorrere nel passato alla bombola Gpl è da considerarsi demagogia della politica: tanto si è detto, ma nulla è stato fatto. La nostra amministrazione, invece, ha mantenuto le promesse nella pianificazione della metanizzazione. Questo progetto lo tramandiamo alle generazioni future e colma la distanza tra le frazioni ed il centro di Taurianova».

Particolarmente soddisfatto del nuovo percorso intrapreso il sindaco Scionti: «Ringrazio tutti per l’obiettivo raggiunto. Abbiamo risolto un problema che rappresenta un successo epocale in soli due anni e mezzo di amministrazione. In trent’anni i nostri predecessori hanno fallito, noi abbiamo dato vita ad un progetto gratuito che rappresenta un’opera duratura e stabile».

Il primo cittadino si toglie qualche sassolino dalle scarpe e si concentra sul lavoro da portare a compimento nel futuro: «Dopo i duri attacchi ricevuti, avrei voluto la presenza di qualche consigliere d’opposizione a gioire di questo risultato. Grazie ai Patti per il Sud, inoltre, abbiamo 900 mila euro per rendere ancora più significativa l’opera di metanizzazione». Dopo aver lanciato stilettate ai detrattori sui social network, il leader di “Taurianova Cambia” ha voluto rimarcare l’operato della sua maggioranza per la crescita della città: «Abbiamo fatto partire la mensa, il servizio di trasporto per i ragazzi, abbiamo rivoluzionato il settore delle politiche sociali. Con il gas metano a San Martino, infine, riporteremo alla normalità un’infrastruttura dovuta alla cittadinanza».

L’INTERVISTA AL CONSIGLIERE COMUNALE FRANCESCO DE MARCO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.